Coronavirus a Monza: «Fare sistema per supportare gli anziani over 65» - VIDEO
Coronavirus, Conferenza stampa in comune: il sindaco Dario Allevi mostra il decalogo da seguire (Foto by Fabrizio Radaelli)

Coronavirus a Monza: «Fare sistema per supportare gli anziani over 65» - VIDEO

La reazione di Monza dopo la notizia delle prime positività in città al Coronavirus. Attenzione puntata sugli anziani: mettere a sistema servizi che siano in grado di supportare gli over 65.

«Il sistema Monza regge comunque bene perché sta mettendo in campo le sue migliore energie e competenze».
Ha reagito il sindaco Dario Allevi alla notizia delle prime positività di cittadini monzesi al Coronavirus, quattro casi annunciati in conferenza stampa mercoledì 4 marzo.

L’attenzione ora è in particolare sugli anziani, su quella fascia di over 65 identificata come la più critica. Il sindaco e l’assessore alle Politiche sociali Désirée Merlini incontreranno un’ampia rete di cooperative, associazioni, parrocchie e aziende che si occupano a vario titolo di anziani per lanciare sul territorio azioni concrete e di supporto sulla scia dell’appello di Regione Lombardia per gli over 65 di restare in casa nei prossimi quindici giorni.

L’obiettivo è mettere a sistema servizi che siano in grado di supportare gli anziani in questo periodo temporaneo, anche consegnando a domicilio – se necessario - i farmaci o la spesa.

«Vogliamo far comprendere alle persone più anziane che un “divieto prescrittivo” può diventare un comportamento virtuoso e responsabile da parte dell’intera comunità», spiega l’assessore Merlini.

Il Comune ha fornito dei numeri. Gli over 65 residenti a Monza sono 30.636 (il 24,7% della popolazione). Di questi gli over 75 sono 16.988 (il 13,7%). Un’utenza fragile è rappresentata dagli anziani che vivono da soli: 9.284 over 65 (il 7,5%) e 6.299 over 75 (il 5,1%). L’8% dei 6.299 anziani con più di 75 anni che vivono da soli sono seguiti dall’Ufficio Anziani del Comune.

Per tutti gli over 65 sono stati attivati tre numeri di emergenza, in collaborazione con Auser Brianza, per ottenere ogni informazione utile: 334 6311270 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 17), numero verde Auser (per chiamate da telefono fisso): 800 995 988 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18), numero Auser Brianza (per chiamate da cellulare): 039 2454544 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18).

«Nell’emergenza – spiega il sindaco – la città ha risposto con grande senso civico e senza isterismi. Stiamo lavorando insieme a un’ampia rete di associazioni ed enti per mettere in campo strumenti in grado di arginare la diffusione del virus e dare risposte concrete ai cittadini, soprattutto agli over 65».


© RIPRODUZIONE RISERVATA