Controlli a tappeto della polizia locale a Monza: 42 persone identificate e 15 violazioni riscontrate
Un agente del Nost della polizia locale di Monza

Controlli a tappeto della polizia locale a Monza: 42 persone identificate e 15 violazioni riscontrate

Emesse sanzioni per il mancato rispetto del Dpcm Covid ma anche per consumo di bevande in luogo pubblico, possesso di stupefacenti ed esercizio della prostituzione.

42 persone identificate, con due violazioni al Decreto della Presidenza del Consiglio sulle misure di contenimento del contagio Covid per mancato uso della mascherina, una per spostamento non giustificato oltre le ore 22. E poi due violazioni al Nuovo regolamento di polizia urbana che prevede una limitazione all’asporto e al consumo di bevande alcoliche, con relativi sequestri, altre due violazioni per uso/possesso di sostanze stupefacenti per uso personale e otto, sempre in relazione al Regolamento polizia urbana, per esercizio della prostituzione sul suolo pubblico.

Sono i numeri complessivi di una vasta operazione di monitoraggio della città di Monza svolta dalla polizia locale, anche con l’ausilio del Nucleo operativo sicurezza tattica (Nost), nella giornata di giovedì 26 febbraio. I controlli sono cominciati alla stazione ferroviaria dove sei agenti del Nost coadiuvati da quattro dell’ufficio polizia giudiziaria, hanno sequestrato alcune bottiglie di superalcolici a un gruppo di extracomunitari. Alcuni soggetti, in uno stato alterato dall’alcol, hanno avuto una reazione aggressiva e gli agenti – con il supporto dei carabinieri e dell’esercito, già presente in stazione nell’ambito dell’operazione «Strade Sicure» - dopo oltre mezz’ora hanno riportato la situazione alla normalità. Per il ripristino del decoro e della pulizia dell’area è stato fatto intervenire anche personale dell’impresa «Sangalli».

I controlli alla stazione

I controlli alla stazione

Due pattuglie in borghese della Polizia Locale hanno effettuato numerosi controlli anti prostituzione. Nel tratto tra viale Stucchi (compresa l’area adiacente allo stadio) e viale Lombardia gli agenti hanno redatto 8 verbali ai sensi dell’articolo 9 del nuovo Regolamento di Polizia Urbana per il rispetto delle norme sulla sicurezza. «Con il nuovo Regolamento di Polizia Urbana – sottolinea l’Assessore alla sicurezza Federico Arena – abbiamo introdotto la possibilità di sanzionare sia le prostitute che i clienti: alla luce di ciò durante l’anno sono stati svolti numerosi servizi mirati che hanno portato sanzioni e controlli e che hanno permesso di accertare specifiche violazioni della normativa sull’immigrazione».

In via della Guerrina sono stati identificati 10 ragazzi trovati all’interno dei giardini chiusi e a uno è stato contestato l’uso personale di sostanza stupefacente; in piazza Indipendenza sono state identificate 2 persone per consumo di bevande alcoliche in luogo pubblico e in piazza Diaz sono stati controllati 5 extracomunitari con rinvenimento di 15 grammi di hashish per uso personale. Effettuate verifiche anche a San Rocco, via Poma, viale Libertà/Gaslini.

«In questi anni abbiamo ripreso il controllo dell’area della Stazione grazie a un presidio fisso della Polizia Locale e dell’Esercito nell’ambito dell’operazione “Strade sicure”. Una presenza che abbiamo fortemente chiesto al Ministero dell’Interno e ottenuto - conclude Arena - L’intervento dei nostri agenti si inserisce in un più ampio programma di controllo del territorio che riguarda tutte le aree “sensibili” della città. Non dobbiamo mollare la presa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA