Contagi e quarantene piegano i trasporti: dopo Trenord, anche Atm (650 dipendenti assenti) e Autoguidovie annunciano riduzioni del servizio da lunedì 10
Un autobus di Autoguidovie

Contagi e quarantene piegano i trasporti: dopo Trenord, anche Atm (650 dipendenti assenti) e Autoguidovie annunciano riduzioni del servizio da lunedì 10

Contagi da Covid e quarantene stanno piegando anche il settore dei trasporti. Atm e Autoguidovie, dopo Trenord, annunciano possibili riduzioni del servizio da lunedì 10 gennaio, giorno di ripresa dopo la pausa natalizia: questo a causa dell’assenza di personale.

«A seguito della riunione operativa tenutasi nel pomeriggio di venerdì 7 gennaio, in Atm , per fare il punto della situazione sul numero delle persone assenti per motivi legati al Covid, l’aggiornamento conferma il trend in aumento nell’arco dell’ultima settimana. Ad oggi, infatti, i dipendenti assenti per Covid sono complessivamente 650, tra casi positivi e quarantenati». Lo comunica l’Azienda dei trasporti milanese, sottolineando che «grazie all’incessante lavoro di rimodulazione continua del servizio e grazie alla disponibilità del personale a cambiare e a ’coprirè i turni di colleghe e colleghi», l’Azienda «conta di riuscire a contenere il rischio di riduzione delle corse al 7 per cento. Questo è quanto potrebbe verificarsi da lunedì 10 gennaio, quando tornerà effettivo l’orario invernale potenziato, al termine del periodo festivo caratterizzato da orario ridotto. Le eventuali soppressioni di corse che dovessero rendersi necessarie saranno distribuite nell’arco dell’intero orario della giornata, in modo da limitare al minimo il disagio ai clienti».

Confermate le navette per gli studenti con ausilio di bus turistici per e dagli istituti scolastici con maggior affluenza. Atm ricorda di consultare i propri canali di informazione per gli aggiornamenti sul servizio (sito www.atm.it, App Atm Milano, canale Twitter @atm_informa) e di seguire sempre le disposizioni previste per viaggiare sui mezzi pubblici: obbligatorio indossare una mascherina Ffp2 ed essere muniti di super green pass, come viene sollecitato continuamente attraverso gli strumenti di comunicazione dell’azienda.

Nei giorni scorsi anche Trenord aveva annunciato una rimodulazione del servizio a partire da lunedì 10 gennaio, giorno della ripresa di tutte le attività dopo la pausa natalizia: LEGGI QUI il contenuto dei cambiamenti previsti.

Difficoltà in vista anche per quanto riguarda il trasporto su gomma. A comunicarlo è stata, nella mattinata di sabato 8 gennaio, Autoguidovie . «A seguito dell’andamento dei contagi che sta coinvolgendo anche il personale viaggiante e delle misure prese dal Governo per arginare la situazione pandemica, Autoguidovie informa che dal 10 gennaio prossimo il servizio invernale non potrà essere garantito integralmente» spiega l’azienda in una nota.

«Nelle ultime ore gli autisti fermati dal virus o dai conseguenti isolamenti sono un numero tale da costringere l’azienda a ridurre le corse – dichiara Autoguidovie –. Stiamo facendo di tutto per garantire le corse essenziali, riorganizzando il servizio limitando i disagi ai cittadini». Di seguito elencate le aree e i possibili disservizi e soppressioni.

Area urbana ed extraurbana Pavia

Potranno verificarsi possibili disservizi e sospensioni. Per consultare l’elenco delle corse e rimanere sempre aggiornati in tempo reale collegarsi alla sezione “Avvisi” sul sito pavia.autoguidovie.it e l’App Autoguidovie. Il servizio BUS2SCHOOL rimane garantito al 100%.

Area Cremona – MilanoSudEst e Monza Brianza

Potranno verificarsi disservizi e soppressione corse con tutela maggiore su servizio orario scolastico.

Autoguidovie raccomanda i suoi clienti di consultare la sezione “Avvisi” sul sito autoguidovie.it per rimanere sempre aggiornati su eventuali sospensioni e disservizi. Si ricorda, inoltre, che il servizio per consultare gli orari in tempo reale è sempre attivo da App Autoguidovie - sezione ”orari e fermate”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA