Con “Jahkarlo” di Besana si lavora per un centro polifunzionale in Senegal
I volontari dell’associazione in Senegal

Con “Jahkarlo” di Besana si lavora per un centro polifunzionale in Senegal

Si lavora per realizzare un centro culturale polifunzionale in Senegal grazie all’associazione “Jahkarlo” di Besana.

Dopo la coltivazione di frutta e verdura biologica e dopo l’allevamento di polli, a Toubab Dialaw si lavora per realizzare un centro culturale polifunzionale. In Senegal, il progetto di sviluppo è voluto e curato dall’associazione Jahkarlo Senegal, il cui volto è Fabio Gatti, originario di Besana in Brianza. Racconta che a giorni il cantiere aprirà e che “la struttura sarà destinata alla formazione in ambito agro biologico, in particolare di giovani in difficoltà, ma anche, in futuro, a quanto il contesto locale saprà mostrarci, visto i grossi mutamenti previsti nei prossimi anni nella nostra zona di intervento”. La struttura sarà composta da 2 aule per le lezioni teoriche e da un deposito - laboratorio. L’idea è di sviluppare un programma di sicurezza alimentare attraverso l’empowerment della popolazione del villaggio.

Il progetto trova la collaborazione di alcuni partners italiani quali Ingegneria Senza Frontiere e Karibuny. C’è anche il supporto dell’associazione Jahkarlo Italia guidata dal papà di Fabio, il besanese Federico Gatti che in Brianza tiene viva la fiamma del volontariato e dell’apertura solidale ai progetti di sviluppo senegalesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA