Christmas Jumper Day: una giornata (e non solo) di maglioni natalizi per Save the Children - VIDEO
Christmas Jumper Day Italia

Christmas Jumper Day: una giornata (e non solo) di maglioni natalizi per Save the Children - VIDEO

VIDEO - È il Christmas Jumper Day: un maglione natalizio buffo per sostenere l’impegno di Save the children in favore dei bambini del mondo. Come partecipare (e perché).

Un maglione natalizio buffo per sostenere l’impegno di Save the children in favore dei bambini del mondo. Il giorno del Christmas Jumper Day (letteralmente la Giornata del maglione di Natale) è il 14 dicembre, ma l’iniziativa è valida per tutto il periodo delle feste. È la terza edizione in Italia e tra i testimonial c’è ancora il musicista Manuel Agnelli. Ha imbracciato la chitarra per esibirsi in una versione rock di “Jingle Bells” insieme ai bambini del Punto Luce di Save the Children nel quartiere Giambellino di Milano, uno dei 23 centri ad alta densità educativa attivati dall’organizzazione in tutta Italia.

DIETRO LE QUINTE

Un mix di solidarietà e divertimento per invitare tutti i partecipanti a non prendersi troppo sul serio per un giorno e a sfoggiare - a scuola, a lavoro o in qualsiasi altro luogo - un maglione a tema natalizio come quelli in voga nei paesi anglosassoni, per poi organizzare una festa per raccogliere fondi che doneranno un sorriso ai bambini. Oppure per partecipare a una iniziativa già attiva come quelle nei negozi partner Ovs (dove è in vendita il primo jumper originale creato da Frida Giannini), Flying Tiger, Ikea, Coccinelle.

Sono state oltre 300mila persone coinvolte in tutta Italia nelle prime due edizioni. Un evento di partecipazione di massa che ha coinvolto circa 225mila studenti e docenti di quasi 2.800 scuole, con più di 160 eventi e iniziative organizzati su tutto il territorio nazionale e, solo l’anno scorso, più di 350 aziende e uffici jumperizzati. Per il 2018, a registrazioni ancora aperte, c’è stata l’adesione più di 2.400 scuole, biblioteche, ludoteche e associazioni e il coinvolgimento di oltre 106mila bambini, ragazzi e insegnanti. Più le persone che, da sole o in gruppo, sceglieranno di mettersi in gioco jumperizzandosi e coinvolgendo quanti più amici, familiari o colleghi, anche sui social utilizzando l’hashtag #ChristmasJumperDay

“Aderire al Christmas Jumper Day vuol dire contagiare e lasciarsi contagiare dalla solidarietà in modo semplice e, soprattutto, divertente. Sin dalla prima edizione, siamo stati incredibilmente colpiti dallo straordinario numero di persone, scuole, uffici che spontaneamente hanno aderito alla nostra iniziativa, scegliendo di mettersi in gioco nel vero senso della parola pur di regalare un futuro migliore a tanti bambini che in tutto il mondo, così come in Italia, continuano a essere privati della propria infanzia e delle opportunità che meritano per crescere e vivere sani”, ha affermato Daniela Fatarella, vicedirettrice di Save the Children.

Tra i partner anche la Juventus, con l’iniziativa “Level Up Your Xmas”, e Peppa Pig che il 15 e 16 dicembre al museo WOW! Spazio Fumetto di Milano organizza laboratori gratuiti per bambini per imparare a realizzare un vero Christmas Jumper.

Come partecipare. Sul sito www.christmasjumperday.it e sulla pagina Facebook “Christmas Jumper Day Italia” tutte le dritte e i consigli per confezionare il maglione più originale, stiloso e divertente e le indicazioni su come effettuare le donazioni. Si può partecipare in gruppo o da soli, organizzando un evento o un party oppure semplicemente postando la propria foto “da jumperizzati” sui social.

I fondi raccolti attraverso il Christmas Jumper Day andranno a finanziare i progetti di salute e nutrizione, educazione, protezione e contrasto alla povertà dell’Organizzazione in Italia e nel mondo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA