Che cosa c’è su il Cittadino in edicola giovedì 23 aprile 2020
prima pagina il Cittadino giovedì 23 aprile 2020 e Arcobaleni

Che cosa c’è su il Cittadino in edicola giovedì 23 aprile 2020

Che cosa c’è su il Cittadino in edicola giovedì 23 aprile: ci sono ancora i giorni del virus in primo piano, l’emergenza coronavirus a Monza e, come si sta sentendo in questi giorni, quali ipotesi verso la Fase 2. E poi storie e numeri.

Ci sono ancora i giorni del virus in primo piano sul Cittadino in edicola giovedì 23 aprile 2020. L’emergenza coronavirus a Monza e, come si sta sentendo in questi giorni, quali ipotesi verso la Fase 2. Ne parla il sindaco Dario Allevi in una intervista in cui esprime i dubbi, le preoccupazioni e i primi progetti in vista del 4 maggio. Il parco, il mercato e tutti i nodi ancora da sciogliere: “Ripartire giorno per giorno. Ma serviranno mesi”.
A proposito della ripartenza spazio all’analisi dello psicologo, App e posti fissi per i mezzi pubblici, l’impegno delle coop sociali.

prima pagina il Cittadino giovedì 23 aprile 2020 e Arcobaleni

prima pagina il Cittadino giovedì 23 aprile 2020 e Arcobaleni
(Foto by Chiara Pederzoli)

VAI IN EDICOLA Il giornale si può comprare anche all’edicola digitale

Il giornale racconta anche le storie delle persone.
Quella del dottor Oscar Ros, la prima vittima monzese del Covid-19 morto all’ospedale di Vimercate, dove lavorava da trent’anni , dopo un mese di ricovero.
Ma anche quella di Francesca Monti, operatrice sanitaria di 29 anni in una Rsa di Monza, che al Cittadino ha raccontato il calvario dalla positivà, al ricovero e alle dimissioni con una quarantena da continuare a casa fino alla completa guarigione.
E poi del giornalista Carlo Gaeta, finalmente dimesso dall’ospedale di Legnano, e del medico alpino Marco Biffi, pensionato che in passato ha dovuto affrontare l’influenza H1N1 - che gli ha lasciato segni - e che non potendo tornare in servizio ha scelto di fare il volontario per il numero verde regionale e occupandosi delle attività degli alpini volontari monzesi.

Ci sono poi i condomini solidali che si organizzano tra funi e whatsapp per fare del bene.

Caso Rsa. Ats interpellata si è espressa in merito alla ordinanza regionale che prevedeva il ricovero di pazienti positivi nelle case di riposo: «Nessun contagiato accolto nelle strutture di Monza».

E i numeri. È quasi raddoppiato il numero di decessi in città. I dati raccolti dall’Istituto nazionale di statistica evidenziano l’impennata tra il primo marzo e il 4 aprile: nel 2019 a Monza erano stati 133 contro i 236 di oggi. Tutte le cifre del contagio nella Provincia.

prima pagina il Cittadino giovedì 23 aprile 2020 e Arcobaleni

prima pagina il Cittadino giovedì 23 aprile 2020 e Arcobaleni

In omaggio all’interno del giornale il terzo inserto con i disegni inviati al “Cittadino” dai bambini della Brianza: gli Arcobaleni della speranza.

Ma c’è anche la cronaca extra-coronavirus
. Negati gli arresti domiciliari per la baby gang “Gta” che l’anno scorso aveva terrorizzato il centro di Monza.
E poi l’Ac Monza che a giorni potrebbe festeggiare la serie B.

Sul CittadinoPiù in economia la designazione di Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda, alla presidenza di Confindustria.
In cultura il 25 aprile e le storie a 75 anni dalla Liberazione e quarant’anni dopo la morte di Giambattista Stucchi.

Continua l’iniziativa “#Iorestoacasa ma con il Cittadino”, un abbonamento al giornale digitale per un anno a prezzo speciale per garantire a tutti un accesso all’informazione nei giorni difficili dell’emergenza Coronavirus. Clicca qui per tutte le informazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA