Cederna in festa a Monza: per gli affreschi   della Sacra Famiglia e il nuovo archivio fotografico di Alfredo Villa
Monza inaugurazione archivio Alfredo Villa a Cederna (Foto by Fabrizio Radaelli)

Cederna in festa a Monza: per gli affreschi della Sacra Famiglia e il nuovo archivio fotografico di Alfredo Villa

Sabato a Cederna, a Monza: nella chiesa parrocchiale della Sacra Famiglia sono stati presentati gli affreschi della Scuola del Beato Angelico riportati all’originale, nei locali attigui taglio del nastro dell’archivio fotografico raccolto da Alfredo Villa.

Un sabato pomeriggio di festa per il quartiere Cederna. Nella chiesa parrocchiale della Sacra Famiglia sono stati presentati gli affreschi della Scuola del Beato Angelico riportati all’originale bellezza e nei locali attigui è stato tagliato il nastro dell’archivio fotografico raccolto con tanta dedizione da Alfredo Villa.

I dipinti hanno subito un certosino lavoro di ripulitura poiché nel corso degli anni erano stati “sporcati” dal deposito delle particelle del riscaldamento a cherosene e dalle infiltrazioni di acqua proveniente dal tetto. Prima ancora di intervenire su di essi i tecnici hanno dovuto modificare il sistema di riscaldamento realizzando un nuovo impianto e, naturalmente, provvedere alla riparazione del tetto.

Nel corso dei lavori non sono mancate le sorprese. Don Giuseppe Reduzzi, parroco della Sacra Famiglia fino al mese scorso, ha ricordato che durante la ripulitura dell’immagine del Carmelo è riemersa la figura originale della Vergine.

“L’allora parroco don Angelo Cazzaniga si lamentava che la Madonna fosse troppo alta e che i fedeli non riuscivano a vederla bene. Aveva chiesto di fare abbassare la testa di 26 centimetri. La scommessa è stato il recupero dell’immagine originaria donando alla comunità un dipinto carico di fede che si vedesse nell’immediato”.

Accompagnato dalle note suonate dalla giovanissima formazione dell’Associazione Sarabanda Cederna, che ha eseguito l’inno di Mameli e l’inno del quartiere “Cedernopoli”, è stato tagliato il nastro dell’archivio fotografico di Alfredo Villa, parrocchiano prematuramente scomparso. Per non disperdere un patrimonio tanto ricco e importante la moglie Rachele e le figlie Paola e Laura, aiutate da un gruppo di amici, hanno messo in ordine la collezione e nel 2019, nel decennale della morte del loro caro, hanno creato l’“Archivio Fotografico Alfredo Villa” mettendolo a disposizione della parrocchia “Sacra Famiglia” dove i coniugi Villa hanno svolto per anni un’intensa attività di volontariato.

L’emergenza sanitaria ha rinviato l’inaugurazione ufficiale dell’archivio ma, finalmente, da sabato sarà consultabile da tutti coloro che lo desiderano. La collezione comprende circa 15.000 fotografie, oltre a un centinaio di volumi storici e del territorio.

Chi volesse consultare in loco il materiale deve prendere un appuntamento al numero 039 9151755 o inviare un’e-mail ad [email protected]. Altrimenti è a disposizione il sito: www.archivioalfredovilla.org


© RIPRODUZIONE RISERVATA