Cancro primo aiuto, l’intelligenza artificiale in aiuto nei casi sospetti di Covid anche per l’Asst Brianza
Cancro primo aiuto Asst Brianza: Dell’Orto, Mattavelli, Locatelli e Trivelli

Cancro primo aiuto, l’intelligenza artificiale in aiuto nei casi sospetti di Covid anche per l’Asst Brianza

Cancro Primo Aiuto onlus con il contributo di Emme Esse M.S ha donato un software di intelligenza artificiale all’Asst Brianza. Uguale donazione all’ospedale San Gerardo di Monza nelle scorse settimane.

Un nuovo strumento per combattere il Covid e le altre malattie polmonari. È un software di intelligenza artificiale donato all’Asst Brianza da Cancro Primo Aiuto onlus con il contributo di Emme Esse M.S, come quello già donato nelle scorse settimane all’ospedale San Gerardo di Monza.

Lunedì mattina è stata consegnata ufficialmente all’auditorium dell’Ospedale di Vimercate, la licenza d’uso del programma “MS Humanaid” che sarà in dotazione all’Unità Operativa Complessa di Radiologia dell’ASST Brianza. Il software sarà di supporto a radiologi e operatori sanitari nell’analisi e nella comparazione delle immagini radiografiche del torace di pazienti potenzialmente affetti da SARS-CoV-2, in quanto rileva ed evidenzia l’eventuale presenza di infezione polmonare nelle immagini toraciche.

«Questa piattaforma di Intelligenza Artificiale di MS, sviluppata in collaborazione con le aziende Synbrain e Mynd, nostri partner strategici per questo prodotto - ha sottolineato Elisa Mattavelli, consigliere di Cancro Primo Aiuto e figlia del fondatore di Emme Esse M.S - è in grado di analizzare e comparare le immagini radiografiche del torace di pazienti a supporto di medici ed operatori sanitari, rilevando ed evidenziando l’eventuale presenza di infezione polmonare di origine virale da Covid-19 o polmonite batterica. Il motto di Emme Esse è che “le innovazioni nascono dall’uomo, funzionano con l’uomo e sono per l’uomo”. In linea con questo principio, abbiamo sviluppato Humanaid grazie alla competenza e all’esperienza di professionisti di settore, sulla base delle reali esigenze dei medici in prima linea nel combattere questa terribile pandemia, con un approccio basato sulla concretezza, utilità e semplicità di utilizzo. Anche quando la crisi, come tutti ci auguriamo, sarà superata, Humanaid continuerà ad essere uno strumento utile per la rapida e precoce identificazione di patologie polmonari e per il contenimento del virus».

Alla cerimonia di consegna sono intervenuti l’assessore alla Famiglia di Regione Lombardia Alessandra Locatelli, il direttore generale dell’ASST Brianza, Marco Trivelli, insieme al direttore sanitario Giovanni Monza, l’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari, accompagnato dal presidente vicario, Andrea Dell’Orto, Gianfranco Mattavelli, fondatore della Emme Esse M.S., e il direttore della Radiologia di Vimercate, Marcello Intotero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA