Biassono: incendio in un capanno, scattano le indagini sulla copertura
Un mezzo dei vigili del fuoco

Biassono: incendio in un capanno, scattano le indagini sulla copertura

Eternit oppure no? È il dubbio della polizia locale di Biassono su un capanno che nella mattina di giovedì 21 gennaio è andato in fiamme: nel frattempo è stato messo sotto sequestro.

Intervento dei vigili del fuoco nella mattinata di giovedì 21 gennaio in via Volta a Biassono. A lanciare l’allarme, verso le 9, è stato un cittadino che ha visto uscire fumo dal capanno accanto alla sua abitazione. Immediato l’intervento dei mezzi di soccorso che hanno allertato anche il comando della polizia locale, accorsa con una pattuglia sul posto.

I pompieri hanno impiegato circa un’ora per domare le fiamme che hanno danneggiato l’interno della rimessa, utilizzata per custodire gli attrezzi, e parte del tetto. Sul luogo dell’incidente anche un’ambulanza della Croce verde di Lissone. «Fortunatamente nessuno è rimasto ferito o intossicato – ha raccontato Francesco Farina, comandante della polizia locale di Biassono -. Ora procederemo con le indagini per accertare l’origine dell’incendio, poi invieremo le relazioni in procura».

A preoccupare è soprattutto la copertura della rimessa. Si tratta infatti di «un tetto ondulato, ma la cui natura deve ancora essere accertata», ha aggiunto Farina. Sarà compito dell’ufficio tecnico procedere con l’analisi del tetto per accertarsi che non si tratti di eternit. Il capanno è stato messo sotto sequestro fino al termine delle indagini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA