Biassono, flash mob contro il cantiere della strada di via delle Vigne
BIASSONO Legambiente contro cantiere via delle Vigne (Foto by Sarah Valtolina)

Biassono, flash mob contro il cantiere della strada di via delle Vigne

La sezione Legambiente di Biassono è scesa in campo per dire (di nuovo) no alla realizzazione della nuova strada che collegherà via delle Vigne a via Pessina.

Un flash mob per dire no al cemento della nuova strada. La sezione Legambiente di Biassono è scesa in campo per dire (di nuovo) no alla realizzazione della nuova strada che collegherà via delle Vigne a via Pessina.

«Si tratta di un cantiere inutile, abbiamo cercato in ogni modo di fermare questo progetto dannoso che determina un ulteriore consumo di suolo agricolo, deturpando il paesaggio e l’ambiente naturale di aree vincolate del Parco Valle del Lambro», spiega la presidente Cristina Schiatti.

Dall’inizio dell’anno i timori di Legambiente sono divenuti realtà, da quando ha preso il via il cantiere.

«Anche l’ultima diffida inviata e sottoscritta dai presidenti regionali di Legambiente e Wwf è stata ignorata dalla giunta comunale di Biassono che, pur di fronte alla contrarietà delle forze politiche di minoranza del Consiglio comunale, ha proseguito nella volontà di realizzare questo progetto dal nostro punto di vista scellerato e privo di qualsivoglia interesse pubblico – continuano da Legambiente - La caparbietà della giunta non si è arresa neppure di fronte alle condizioni poste da Pedemontana, con le quali la società avvertiva che con l’apertura del cantiere autostradale la nuova strada sarebbe stata interrotta per tutta la durata del cantiere e i costi di ripristino, per collegarla alla nuova rotonda prevista nord dell’attuale di via Pessina e Madonna delle Nevi, sarebbero stati posti a carico del Comune».

La protesta quindi continua, così come il cantiere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA