Cristiano Dal Sasso: il cacciatore di dinosauri sul National geographic
Cristiano Dal Sasso, primo a destra, nel Sahara durante una spedizione

Cristiano Dal Sasso: il cacciatore di dinosauri sul National geographic

È il più importante paleontologo italiano e uno dei protagonisti internazionali: le sue ricerche sui dinosauri sono state pubblicate da Science e Nature. A partire da martedì il cacciatore di dinosauri Cristiano Dal Sasso condurrà una trasmissione su National geographic channel.

Tra pochi giorni sarà a palazzo Dugnani di Milano per inaugurare un sogno che ha cullato dallo scorso settembre: portare in Italia la replica del più grande predatore della preistoria, un affare di mandibole e uncini che il T-Rex, casomai lo avesse incontrato, lo avrebbe buttato già con una spallata non proprio garbata.

Ma per il paleontologo brianzolo Cristiano Dal Sasso la settimana racconterà molto di più: l’inaugurazione della mostra con la sua più recente e sensazionale scoperta - si chiama Spinosaurus aegyptiacus - e la messa in onda di un suo programma a puntate su National geographic channel: si chiama “Mega Jurassic” ed è la trasmissione in cinque puntate con cui il responsabile scientifico del Museo di storia naturale di Milano (e uno dei principali ricercatori al mondo) racconterà i dinosauri per il canale televisivo della più celebre testata scientifica internazionale.

Lo Spinosauro

Lo Spinosauro

«Una serie di appuntamenti imperdibili che ci faranno rivivere l’epoca preistorica, dominata dai dinosauri - dice NatGeo - Prenderemo in esame le creature più spaventose che abbiano mai abitato il nostro pianeta, sfatando anche qualche mito da sempre radicato nel nostro pensare comune».

Primo appuntamento martedì 9 giugno alle 20.55 con l’autopsia di un T-Rex, poi “Creature giganti”, quindi le battaglie dei dinosauri, la storia dello Spinosauro e infine -uno alla settimana - l’estinzione del T-Rex. Tutto succede mentre gli appassionati aspettano lo sbarco nelle sale di “Jurassic world”, quinto capitolo di “Jurassic park” in arrivo al cinema l’11 luglio, ma pochi giorni prima, a Milano, i dinosauro sono a tre e non due dimensioni. Succede con l’arrivo a Milano della mostra dedicata proprio allo Spinosauro, il più grande dinosauro del Cretaceo che è stato scoperto da un team di paleontologi di cui ha fatto parte Dal Sasso nel deserto del Sahara.

LEGGI la scoperta dello Spinosauro

Forse, il più cattivo dinosauro della storia, dicono le indagini: una bestia di quindici metri di lunghezza che sapeva anche nuotare e che ha vissuto 95 milioni di anni fa. Il team di ricerca è stato italiano, statunitense e marocchino ha pubblicato la scoperta sulla rivista Science con la presentazione a Washington, sede del National Geographic. Narici piccole, denti conici e letali a incastro, mascelle a trappola, collo lungo, braccia potenti e artigli: la sua ricostruzione a partire dai fossili è stata resa possibile dal National Geographic.La mostra sarà a Milano in via Manin 2 al 6 giugno al 10 gennaio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA