Seregno, concorso Pozzoli senza un vincitore: Kliuchereva e Trolese secondi ex aequo
Seregno, il concorso pianistico Pozzoli: da sinistra Axel Trolese, il giapponese tredicenne Daisuke Yagi, la russa Elizaveta Kliuchereva (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno, concorso Pozzoli senza un vincitore: Kliuchereva e Trolese secondi ex aequo

L’edizione numero 30 del concorso internazionale pianistico Ettore Pozzoli di Seregno si è chiuso senza vincitore e con un ex-aequo al secondo posto tra la russa 18enne Kliuchereva e l’italiano ventenne Trolese.Terzo il giapponese tredicenne Yagi.

Senza un vincitore. Si è chiusa così, martedì notte, al teatro San Rocco di Seregno, la 30esima edizione del concorso internazionale pianistico Ettore Pozzoli, che ricordava il 60esimo anniversario della scomparsa dell’illustre maestro didatta di grande fama. È l’ottava volta che il primo premio non viene assegnato. La giuria presieduta dal pianista russo Dmitri Bashkirov, dopo lunga e accesa discussione, decideva di classificare al secondo posto ex aequo la russa Elizaveta Kliuchereva, 18 anni, e l’italiano Axel Trolese, 20 anni, ai quali sono toccati 6 mila euro; al terzo il tredicenne giapponese, Daisuke Yagi, premiato con 3 mila euro.

GUARDA Le foto dei protagonisti

Il premio alla professionalità, di 2.500 euro, offerto dal Rotary Sedeca, è stato attribuito alla 28enne russa Anna Layerer; lo spagnolo Lionel Morael Herrero, riceveva il premio speciale di mille euro quale miglior esecutore degli studi di Pozzoli, messi a disposizione dalla famiglia Biella in memoria di monsignor Giuseppe Biella, allievo di Pozzoli, e del professor Angelo Biella, medico e grande mecenate in campo sociale; all’italiano Andrea Molteni, veniva conferito il premio speciale alla memoria del tenore Luigi Pontiggia, quale più giovane italiano semifinalista; il tedesco Jonas Stark, riceveva il premio speciale quale più giovane semifinalista alla memoria del maestro Giulio Confalonieri.

Assegnato alla russa Elizaveta Kliuchereva anche il premio del pubblico. Il maestro Bruno Zanolini, presidente della giuria del concorso internazionale di composizione, che si ispira al lavoro di Ettore Pozzoli, annunciava che la giuria non aveva ritenuto alcun elaborato pervenuto meritevole del primo premio e segnalava 5 composizioni. I tre finalisti, nella quarta prova si sono esibiti con l’orchestra filarmonica Ettore Pozzoli diretta dal maestro Ovidiu Balan, direttore dell’orchestra filarmonica di Bacau.

La Kliuchereva ha suonato il concerto n.2 in do minore opera 18 di Rachmaninov, l’italiano Trolese, Chopin, concerto n.1 in mi minore opera 11, mentre il 13enne giapponese Daisuke Yagi ha presentato Mozart, concerto n.13 in do maggiore k415.

Seregno, il concorso pianistico Pozzoli

Seregno, il concorso pianistico Pozzoli
(Foto by Paolo Volonterio)


© RIPRODUZIONE RISERVATA