Monza: il ritorno di Steve McCurry, nel 2020 con la mostra “Leggere”
Monza Steve McCurry Leggere Yemen 1997

Monza: il ritorno di Steve McCurry, nel 2020 con la mostra “Leggere”

A cinque anni dal clamoroso successo alla Villa reale le fotografie di Steve McCurry tornano a Monza: dal 17 gennaio all’Arengario con la mostra “Leggere”.

Si intitola “Leggere”, mostra i soggetti impegnati nella lettura, appunto, ed è la mostra con cui Steve McCurry torna a Monza a cinque anni dal clamoroso successo alla Villa reale. Gli scatti del celebre fotografo statunitense saranno in mostra all’arengario dal 17 gennaio al 13 aprile grazie al progetto promosso da ViDi e dal Comune di Monza, con l’organizzazione di Civita Mostre e Musei e in collaborazione con Sudest57. A curarla, come sempre, Biba Giacchetti, con i contributi letterari dello scrittore Roberto Cotroneo.

“Leggere” è il tema dominante declinato in settanta immagini che affrontano “la passione universale per la lettura, realizzate dall’artista americano in quarant’anni di carriera e che comprendono la serie che egli stesso ha riunito in un volume, pubblicato come omaggio al grande fotografo ungherese André Kertész, uno dei suoi maestri”.

Monza Steve McCurry Leggere Roma 1984

Monza Steve McCurry Leggere Roma 1984

Immagini che ritraggono persone di tutto il mondo, dalla Turchia, all’Italia, dall’India agli Stati Uniti. Le fotografie sono accompagnate da una serie di brani letterari scelti da Roberto Cotroneo. Il percorso è completato dalla sezione Leggere McCurry, dedicata ai libri pubblicati a partire dal 1985.

«Questa mostra è un’occasione per guardare diversamente l’opera di Steve McCurry - spiegano il sindaco Dario Allevi e l’assessore alla Cultura Massimiliano Longo - che pone al centro della propria ricerca artistica la forza della lettura come valore universale e individuale. L’esposizione ha la capacità di coniugare qualità artistica e coinvolgimento: un’opportunità importante per guardare e comprendere il piacere necessario della lettura».

Per tutta la durata dell’esposizione, sono in programma attività didattiche, incontri e visite guidate gratuite per bambini. Una mostra “family friendly”, un percorso studiato ad hoc, un kit didattico in omaggio da ritirare in biglietteria appositamente creato per la visita dei più piccoli. Inoltre, all’interno dell’Arengario, un’opera ad “altezza bambino” attenderà i giovani visitatori per un’esperienza immersiva a loro dedicata.

La mostra sarà aperta dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 20. Ingressi: biglietto intero 10 euro, ridotto 8 euro (Over 65, ragazzi 13-18), ridotto bambini 5 euro (4-12 anni).


© RIPRODUZIONE RISERVATA