Europei di calcio: il monzese Matteo Pessina raddoppia e porta l’Italia ai quarti di finale
Calcio Euro 2020 Italia Austria 2-1 Matteo Pessina

Europei di calcio: il monzese Matteo Pessina raddoppia e porta l’Italia ai quarti di finale

Un gol di Matteo Pessina alla fine del primo tempo supplementare mette al sicuro il risultato dell’Italia contro l’Austria agli ottavi di finale dei campionati europei di calcio: gli azzurri ai quarti. È il secondo gol del monzese in due partite giocate.

È un gol del monzese Matteo Pessina a mettere in cassaforte il passaggio dell’Italia ai quarti di finale degli Europei di calcio. Il 24enne cresciuto nelle fila biancorosse e oggi dell’Atalanta è entrato al 67’ della sfida con l’Austria agli ottavi, sul campo di Wembley, e ha segnato la seconda rete che è valsa il 2-1 all’ultimo triplice fischio dell’arbitro.

Prima di lui, in rete al 105’ e quindi allo scadere del primo tempo supplementare, era stato Federico Chiesa a portare in vantaggio gli azzurri dieci minuti prima. Poi l’ultimo quarto d’ora sulle barricate in cui l’Austria è riuscita ad accorciare le distanze grazie a Saša Kalajdžić al 114’. Ma la partita è finita così, 2-1 e passaggio dell’Italia di Mancini ai quarti dove si troverà di fronte la vincente tra Belgio e Portogallo.

Calcio Euro 2020  Italia Austria 2-1 Matteo Pessina

Calcio Euro 2020 Italia Austria 2-1 Matteo Pessina

Due partite e due gol per Pessina, classe 1997, che nella partita della fase a gironi contro il Galles, il 20 giugno, era entrato da titolare ed era subito andato in rete al 39’ del primo tempo in una sfida poi vinta dall’Italia 1-0. Il monzese è un centrocampista che ha iniziato la carriera nella Dominante per poi passare alle giovanili del Monza, fino all’esordio con i biancorossi in prima squadra nella stagione 2014-2015 (in Lega Pro). Poi ci sono stati Milan, Lecce, Catania, Como, Spezia e quindi Atalanta a partire dal 2018 (con un anno in prestito al Verona) e il rientro dal 2020.

Non è una novità per lui la divisa nazionale: ha disputato 4 partite nell’Under 19, 13 nell’Under 20, 9 nell’Under 21 e 8 nella nazionale maggiore prima degli Europei. Non sarebbe nemmeno dovuto essere agli Europei: nell’ultima scrematura della rosa Mancini lo aveva tagliato, ma l’infortunio di Stefano Sensi l’ha riportato in squadra. E in due partite giocate, due gol decisivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA