Atletica, Filippo Tortu apre la stagione con un record
Carate Brianza, Filippo Tortu (Gs.Fiamme Gialle) (Foto by Redazione online)

Atletica, Filippo Tortu apre la stagione con un record

È tornato in pista e l’ha fatto alla grande. Il caratese Filippo Tortu ha aperto la stagione con un record sui 100 metri al Meeting internazionale di Savona. Ha chiuso la gara col tempo di 10”15 che rappresenta il nuovo record juniores.

È tornato in pista e l’ha fatto alla grande. Il caratese Filippo Tortu ha aperto la stagione con un record sui 100 metri al Meeting internazionale di Savona. Ha chiuso la gara col tempo di 10”15 che rappresenta il nuovo record juniores e con cui migliora di quattro centesimi il precedente, sempre suo, ottenuto agli Europei di Amsterdam 2016.

LEGGI Atletica: il 18enne caratese Filippo Tortu batte un record juniores che resisteva da 35 anni
LEGGI Atletica, Filippo Tortu sfreccia: è d’argento sui 100 metri ai Mondiali Under 20
LEGGI Atletica: il caratese Filippo Tortu è campione italiano dei 100 metri

In pista per le Fiamme Gialle, 19 anni e già argento mondiale under 20, il campione italiano assoluto in carica “diventa il sesto sprinter italiano di sempre a livello assoluto, ottavo nel ranking europeo stagionale e al vertice di quello U20”, sottolinea la Fidal. Il 10”15 è anche a tre centesimi dal limite per i Mondiali di Londra.

«È una gioia incontenibile - ha commentato poco dopo la finale - Questo 10.15 è forse uno dei pochi tempi inaspettati della mia carriera. Di solito so cosa attendermi in base ai riscontri in allenamento, oggi invece ho sorpreso me stesso, perché di certo non credevo di fare il mio record. In batteria sono partito molto male e per questo volevo riscattarmi, avevo davvero voglia di correre forte”.

L’8 giugno è atteso in pista sui 200 metri a Roma al Golden Gala Pietro Mennea. «I 200 al Golden Gala? È tanto tempo che non corro questa distanza, e onestamente non so cosa aspettarmi. Di certo non vedo l’ora di andare a Roma e correre sulla pista dello Stadio Olimpico perché deve essere un’emozione fantastica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA