Violenza sessuale su una ragazza, usmatese a processo
tribunale di lecco

Violenza sessuale su una ragazza, usmatese a processo

Accusa di violenza sessuale in concorso per un ragazzo di Usmate Velate, con l’aggravante della minorata difesa per aver indotto la presunta vittima ad assumere cocaina, a fumare cannabis e a bere sostanze alcoliche per quanto accaduto il 24 luglio di due anni fa a Monticello Brianza.

Un usmatese e un arcorese sono accusati di violenza sessuale in concorso, con l’aggravante della minorata difesa per aver indotto la presunta vittima ad assumere cocaina, a fumare cannabis e a bere sostanze alcoliche per quanto accaduto il 24 luglio di due anni fa a Monticello Brianza.

Ma a rispondere delle pesanti accuse sarà soltanto uno dei due imputati, classe 1994, residente a Usmate-Velate dal momento che l’altro, del 1988, casa ad Arcore, è nel frattempo deceduto.

La denunciante, di 24 anni a quei tempi in una comunità terapeutica per ragazzi affetti da problemi psichiatrici quel giorno era uscita dalla struttura protetta eludendo la sorveglianza. Si era diretta in due diversi negozi per acquistare una birra pur essendo senza soldi: i titolari, sapendo da dove provenisse, avevano rifiutato di darle alcolici. Nel suo girovagare, la ragazza avrebbe incrociato uno dei due imputati, alla guida di un furgoncino, il quale l’aveva invitata a salire a bordo a fare un giro: le avrebbe fornito lui tutto quello che desiderava. Chiamato l’amico, i due avrebbero poi portato la ragazza in un’abitazione privata e qui indotta ad assumere droga e alcol fino a farle perdere il controllo, causandole un’alterazione dell’equilibrio psicofisico che l’avrebbe resa incapace di sottrarsi alla violenza sessuale, perpetrata per l’intera giornata. Prossima udienza il 2 dicembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA