Vimercate: divieto di sosta davanti al Floriani per evitare assembramenti al ritorno a scuola
Vimercate, Floriani in via Cremagnani - foto d'archivio

Vimercate: divieto di sosta davanti al Floriani per evitare assembramenti al ritorno a scuola

Il sindaco di Vimercate ha deciso per la cancellazione dei parcheggi davanti all’istuituto Floriani per evitare assembramenti al ritorno degli studenti alle superiori. E lancia la proposta per disegnare cartelli per il rispetto delle regole di distanziamento e comportamenti,

Cancellati i parcheggi davanti all’istituto Floriani di Vimercate in via Cremagnani per evitare assembramenti tra gli studenti, anche se le superiori riapriranno solo il 25 gennaio. A dare la notizia è stato il sindaco Francesco Sartini nel videomessaggio di venerdì.

«Abbiamo deciso di eliminare i parcheggi posti di fronte all’istituto, su via Cremagnani, ad esclusione del parcheggio dedicato ai disabili, per consentire agli studenti di avere lo spazio necessario per attendere l’autobus senza creare assembramenti – ha detto il primo cittadino rivolgendosi ai vimercatesi - Avrete visto in questi giorni le notizie sul sito e i cartelli che preannunciavano il divieto di sosta, adesso rimossi, e che verranno nuovamente posizionati per il 25 gennaio.Per aiutare a rispettare le regole della distanza, della mascherina, che, ricordo, sono una responsabilità di ciascuno, stiamo anche posizionando dei cartelli di richiamo che ricordano appunto queste semplici regole».

Lo stesso Sartini lancia anche una proposta: «Faccio appello a tutti gli studenti perché ci aiutino a ricordare anche ai propri compagni di classe l’importanza di queste semplici attenzioni, e per questo invito chi ha più capacità creativa a comporre dei messaggi, usando fotografie, disegni o scritte, che potremo utilizzare per affiggere in prossimità delle fermate. Chi vuole inviarci le proprie proposte di “cartello” può mandarle in formato digitale al mio indirizzo [email protected] concedendo la possibilità di utilizzarle da parte del Comune, quindi non utilizzare materiale coperto da diritti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA