Ritardi record a Carnate e Arcore per cantieri sulla linea per Lecco: treni “dispersi” da più di 2 ore
I ritardi accumulati dai treni delle linee S8 e Regio nella mattinata di martedì 28 gennaio (Foto by Da Facebook)

Ritardi record a Carnate e Arcore per cantieri sulla linea per Lecco: treni “dispersi” da più di 2 ore

Mattinata da incubo per i pendolari delle linee brianzole. In maggiore sofferenza le tratte da Lecco via Carnate-Arcore, dove le corse non cancellate hanno accumulato ritardi da record a causa di alcuni lavori di Rfi programmati sulla tratta ra le stazioni di Lecco e di Airuno.

Guasti agli impianti, cantieri sulle linee. E i ritardi sono serviti su un piatto d’argento. Solita mattinata da incubo per i pendolari lombardi e brianzoli quella vissuta martedì 28 gennaio, alle prese con una serie di problematiche lungo le linee ferroviarie che passano dalla Brianza che hanno reso molto difficoltoso raggiungere il posto di lavoro o la scuola. A dare il “la” ai problemi sono stati “i lavori di manutenzione tra le stazioni di Lecco e di Airuno” il cui proseguimento, ha spiegato Trenord in una comunicazione di prima mattina , ha causato”variazioni di percorso e ritardi fino a 30 minuti” per i treni della S8 che passano da Carnate, Arcore e Monza. In realtà i ritardi sono stati anche maggiori e a nulla è servito il “servizio autobus che effettua spola tra le stazioni di Lecco e Calolziocorte-Olginate” istituito da Trenord Risultato? Treni cancellati, o riprogrammati con partenza da Carnate e non più da Lecco, ritardi superiori ai 30 minuti. A rendere ancora più caotica la situazione è intervenuto anche un guasto agli impianti “di competenza Rfi” tra le stazioni di Carnate e Arcore.

Un altro tabellone con i ritardi

Un altro tabellone con i ritardi
(Foto by Da Facebook)

Ritardi anche sulle altre linee brianzole, in particolare sulla S11 Como-Milano via Seregno-Monza: alcune corse hanno viaggiato anche qui con ritardi superiori ai 30 minuti a causa di un guasto di un treno sulla linea che ha fortemente rallentato la circolazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA