Tam tam social per la nuova handbike di Davyd: gara di solidarietà dopo l’appello
Davyd Andryiesh di Villasanta con Zanardi handbike

Tam tam social per la nuova handbike di Davyd: gara di solidarietà dopo l’appello

Davyd Andryiesh è stato “adottato” dalla comunità di internet brianzola. Ha da poco compiuto 19 anni, vive a Villasanta da quando era piccolo, studia a Monza e sin da piccolo è sulla sedia a rotelle: ha lanciato una raccolta fondi per acquistare una nuova handbike e continuare nello sport che l’ha folgorato.

Ha compiuto 19 anni l’8 gennaio, Davyd Andryiesh, e per lui è scattata una gara di solidarietà in rete per aiutarlo a comprare una nuova handbike realizzata con materiali ultraleggeri. Ucraino di origine e residente a Villasanta da quando aveva quattro anni, studente del liceo Porta di Monza, il giovane è costretto a stare sulla sedia a rotelle sin da piccolo a causa di alcuni problemi sopraggiunti al momento della sua nascita. Il suo carattere forte e la sana voglia di sport lo hanno aiutato a non abbattersi.

Ha iniziato a nuotare a cinque anni nell’Asd Silvia Tremolada di Monza e a quattordici anni ha scoperto l’handbike («un vero colpo di fulmine« dice lui). Dopo l’esordio al giro d’Italia della specialità a Cesano Maderno, a quindici anni è diventato campione regionale nella categoria Under 16. Nel 2019 ha vinto diverse gare e ottenuto diversi podi in competizioni internazionali oltre alla conquista del campionato regionale H2 senior.

Atleta della Cus ProPatria Milano Triathlon e profondo estimatore di Alez Zanardi, Davyd ha lanciato attraverso la piattaforma on line Gofundme una raccolta fondi per poter acquistare un nuovo modello di handbike dal costo di 8.000 euro, una cifra troppo onerosa per la sua famiglia in cui la mamma Svetlana è casalinga, il papà Oleh, operaio metalmeccanico, si trova in cassa integrazione e il fratello minore Paolo è studente.

Diversi cittadini di Villasanta e di Monza (grazie anche al tam tam lanciato dal gruppo Facebook EasyMonza) hanno effettuato una donazione per poter realizzare il sogno di Davyd portandolo nel giro di pochi giorni sempre più vicino al traguardo.
Con la sua “vecchia” handbike il ragazzo è solito allenarsi all’autodromo o lungo la pista ciclopedonale da Vimercate a Burago Molgora.

I programmi per il nuovo anno sono di tutto rispetto: a giugno sosterrà l’esame di stato all’istituto Porta di Monza, in estate, Covid permettendo, affronterà il campionato europeo della sua disciplina preferita e si iscriverà all’università.


© RIPRODUZIONE RISERVATA