Sosta a pagamento o a disco   sospesa: ecco i Comuni dove i parcheggi restano liberi (per ora)
Strisce blu: per ora non si paga

Sosta a pagamento o a disco sospesa: ecco i Comuni dove i parcheggi restano liberi (per ora)

L’ingresso della Lombardia in zona arancione non ha eliminato tutte le ordinanze che i sindaci avevano attivato con la zona rossa. In particolare per i parcheggi alcune amministrazione hanno deciso di procedere per gradi, confermando la gratuità o libertà di sosta ancora per qualche giorno.

Il preavviso è stato limitato, irrisorio. E i Comuni si stato velocemente attivando per gestire il ritorno della Lombardia in zona arancione. Per agevolare più possibili i propri cittadini al cambio di colore, alcuni sindaci hanno deciso di mantenere in vigore, ancora per qualceh giorno, alcune decisioni prese nel periodo della zona rossa. In particolare, uno dei punti più delicati, è quello dei parcheggi a pagamento.

A Monza la zona arancione non comporta l’automatico ripristino della sosta a pagamento o a tempo: «Visto il poco preavviso concesso dal provvedimento governativo, per offrire a tutti la possibilità di organizzarsi al meglio, abbiamo pensato di attendere ancora qualche giorno prima di ripristinare strisce blu, zone a disco orario e divieti di sosta per lavaggio strade, che torneranno pertanto in vigore» giovedì 28 gennaio ha scritto sui social il sindaco Dario Allevi.

#info #aggiornamenti #Coronavirus L'ordinanza di ieri firmata dal Ministro della Salute colloca la Lombardia in zona...

Pubblicato da Dario Allevi su Domenica 24 gennaio 2021

Stessa decisione anche per il Comune di Seregno. Lo scorso 20 gennaio il sindaco Rossi aveva deciso, «perdurando l’emergenza sanitaria, in particolare la condizione di “Zona Rossa”» di sospendere le tariffe per i parcheggi a pagamento e la regolamentazione a tempo (”disco orario”) dei parcheggi stessi. Tutti gli stalli sono considerati a sosta libera. La misura si applica sia agli stalli di superficie che ai parcheggi in struttura (dove, comunque, sarà rilasciato un ticket gratuito, per semplici ragioni di conteggio e controllo degli accessi)». La misura sarebbe stata in vigore fino al 31 gennaio: nell’ordinanza si preannunciava che, in caso di diversa classificazione della Regione, il provvedimento sarebbe stato revocato. In realtà anche qui, come a Monza, si è scelto di proceder eper gradi: i parcheggi continueranno a essere liberi fino a giovedì 28.


© RIPRODUZIONE RISERVATA