Smog a Monza e Brianza: l’1 gennaio si conferma da record
Allarme smog: i dati Arpa per Monza fino all’1 gennaio 2017 (Foto by Redazione online)

Smog a Monza e Brianza: l’1 gennaio si conferma da record

È sempre una giornata critica per le statistiche degli inquinanti nell’aria. L’1 gennaio 2017 si è confermato da record (negativo) a Monza e in Brianza dopo i festeggiamenti a suon di botti della notte di San Silvestro. Intanto salgono a 8 (su 55) i Comuni brianzoli che hanno aderito al piano aria regionale.

È sempre una giornata critica per le statistiche degli inquinanti nell’aria. L’1 gennaio 2017 si è confermato da record (negativo) a Monza e in Brianza dopo i festeggiamenti a suon di botti della notte di San Silvestro: 96,7 microgrammi per metro cubo dice il Protocollo regionale Aria che fa la media delle centraline sul territorio (per la Brianza Monza e Meda), 114 dice l’Arpa per la centralina fissa di via Machiavelli a Monza. E poi 93 a Monza Parco (in via Mirabellino) e 83 a Meda.

Ben oltre il limite imposto di 50 microgrammi per metro cubo che rappresenta il primo livello di allarme e anche per il secondo limite di 70 mg.

LEGGI Inquinamento, l’aria della Brianza: solo 7 Comuni aderiscono al piano regionale

LEGGI Monza è la seconda città più inquinata d’Italia secondo i dati dell’Oms

Grazie a tre giorni in regola tra il 27 e il 29 dicembre 2016 (conseguenza anche del vento che ha spazzato la provincia), a Monza e in Brianza non sono attive le restrizioni che fermano i diesel Euro 3 (che sarebbero dovuti essere banditi da ottobre 2016), limitano i riscaldamenti a 19 gradi (con due gradi di tolleranza) e vietano pratiche tipo l’uso dei camini, di stufe e caminetti a bassa efficienza, i falò, i fuochi d’artificio e i barbecue, l’abitudine di tenere aperte le porte dei negozi o di sostare col motore acceso (anche se fa freddo).

Allarme smog: i dati del Protocollo regionale per Monza e Brianza fino all’1 gennaio 2017

Allarme smog: i dati del Protocollo regionale per Monza e Brianza fino all’1 gennaio 2017
(Foto by Redazione online)


Sono comunque tre i giorni consecutivi oltre il primo livello di 50 mg di Pm10 e due quelli oltre il secondo livello. Le restrizioni scattano dopo una settimana oltre i valori.

Intanto sono diventati otto i comuni brianzoli (su 55) che hanno aderito ufficialmente al protocollo regionale: a Monza e Cesano Maderno, Muggiò, Sovico, Meda, Bovisio Masciago e Seregno si aggiunge anche Vimercate, che per le feste di Natale aveva anche invitato allo shopping in bicicletta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA