Seregno, milanese positivo al Covid beccato dai carabinieri con cocaina per 10 mila euro: arrestato
La coca sequestrata

Seregno, milanese positivo al Covid beccato dai carabinieri con cocaina per 10 mila euro: arrestato

Un uomo di 61 anni, di origine calabrese e residente a Milano è stato arrestato dai carabinieri di Seregno perchè nel corso di un controllo effettuato a un posto di blocco è stato trovato in possesso di 100 grammi di cocaina

Positivo al Covid si fa beccare dai carabinieri mentre trasporta droga a Seregno pur risiedendo a Milano. Per le regole della zona rossa non poteva muoversi dal capoluogo. Lo ha fatto lo stesso portando con sè degli stupefacenti.

È successo sabato 28 novembre, quando i Carabinieri del Radiomobile di Seregno, hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un calabrese, da anni residente a Milano.

L’uomo, F.A.C., un calabrese 61enne da anni residente nel capoluogo meneghino e con precedenti specifici in tema di stupefacenti, mentre era alla guida di una Renault grigia, è stato fermato dai militari dell’Arma nel corso di un posto di controllo all’altezza del distributore Q8 di Via Milano.

Insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo, in transito a Seregno senza giustificato motivo, i militari hanno proceduto a una perquisizione personale e veicolare che ha portato al rinvenimento di oltre 100 grammi di cocaina (che avrebbe potuto fruttare fino a circa 10.000 euro) e oltre 700 euro in contanti, ritenuti provento delle illecite attività dell’uomo.

La verifica in banca dati ha altresì permesso di verificare che l’uomo era positivo al SARS-Cov2 e pertanto è stato denunciato anche per la violazione dell’obbligo di permanenza domiciliare fiduciaria. F.A.C. è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Monza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA