Rapina in villa con sequestro

La banda tradita da un tatuaggio

Rapina in villa con sequestro  La banda tradita da un tatuaggio

Nel giorno dell’arresto a Milano della “banda di via Creta”, che capitanata da due diciassettenni ha seminato il terrore per mesi tra Inganni e Bisceglie, anche nel Vimercatese è finita in manette una banda di minorenni. Traditi da un coniglio.

Nel giorno dell’arresto a Milano della “banda di via Creta”, che capitanata da due diciassettenni ha seminato il terrore per mesi tra Inganni e Bisceglie, anche nel Vimercatese è finita in manette una banda di minorenni. Traditi da un coniglio.

I carabinieri della compagnia di Vimercate hanno identificato e arrestato tre giovani per la rapina con sequestro di persona in una villa di Masate, ai confini della provincia di Monza. Si tratta di tre giovani rumeni, due minorenni, che nella notte del 21 settembre erano entrati in casa di un impiegato 38enne minacciandolo per mezzora con un bastone finché non avevano deciso di dileguarsi con la Fiat Punto dell’impiegato e un bottino fatto di un pc portatile, un iPhone, due televisori Lcd.

La denuncia della vittima, e la descrizione particolareggiata del tatuaggio di un coniglio sul collo di uno rapinatori, ha permesso ai militari di Vaprio d’Adda di risalire ai colpevoli. Nel mirino anche perché nel frattempo erano stati protagonisti di un’altra rapina in un centro commerciale del Milanese, proprio con l’auto rubata all’impiegato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA