Musica: è morto Chester Bennington, il cantante dei Linkin Park
Monza I Days terzo giorno: Linkin Park (Foto by Fabrizio Radaelli)

Musica: è morto Chester Bennington, il cantante dei Linkin Park

Un altro lutto nel mondo della musica. Nella serata italiana di giovedì 20 luglio si è diffusa la notizia della morte di Chester Bennington, 41 anni, leader dei Linkin Park che a giugno avevano fatto impazzire gli I-Days 2017 nel parco di Monza.

Un altro lutto nel mondo della musica. Nella serata italiana di giovedì 20 luglio si è diffusa la notizia della morte di Chester Bennington, 41 anni, leader dei Linkin Park che a giugno avevano fatto impazzire gli I-Days 2017 nel parco di Monza. Il cantante si sarebbe suicidato. Una conferma è arrivata intorno alle 21, un’ora più tardi dal lancio del sito americano Tmz ripreso dalle testate di tutto il mondo, da uno dei fondatori della band, Mike Shinoda: ”Scioccato e col cuore spezzato, ma è vero. Una dichiarazione ufficiale uscirà, non appena ne avremo una”.
Sulla pagine social ufficiali della band ha continuato a campeggiare il lancio del nuovo video della band, pubblicato poche ore prima della tragedia e bombardato a quel punto dai fan alla ricerca di informazioni, conferme o smentite. Bennington aveva avuto una infanzia non facile, finendo per anni a dipendere da alcol e droghe. In molti hanno ricordato la sua amicizia con Chris Cornell, cantante dei Soundgarden morto nel mese di maggio.

GUARDA Le foto della terza giornata degli I-Days 2017

Sabato 17 giugno i Linkin Park erano stati gli headliner insieme agli amici Blink 182 della terza giornata degli I-Days nel parco: una serata con 80mila persone, quella più vicina al tutto esaurito. Una serata di grande festa.
I Linkin Park sono un gruppo dalla grande popolarità: oltre 60 milioni i fan su Facebook, ma soprattutto milioni di copie vendute col disco “Hybrid theory” nel 2000, al debutto. Erano in tour con i Blink 182 per il nuovo disco.


Monza I Days terzo giorno: Linkin Park

Monza I Days terzo giorno: Linkin Park
(Foto by Fabrizio Radaelli)


© RIPRODUZIONE RISERVATA