Morì per infarto, la famiglia dell’alpino dona un defibrillatore a Biassono
Un defibrillatore- foto di repertorio (Foto by Fabrizio Radaelli)

Morì per infarto, la famiglia dell’alpino dona un defibrillatore a Biassono

L’alpino Orazio Turiano, membro del gruppo di Biassono, era morto a causa di un infarto a novembre del 2020. La famiglia ha donato un defibrillatore destinato a piazza Libertà.

Si svolge sabato 25 settembre, alle 16 in piazza Libertà, a Biassono, l’inaugurazione di un nuovo defibrillatore. A donarlo al Comune e a tutti i biassonesi è stata la famiglia di Orazio Turiano, membro del gruppo Alpini di Biassono, scomparso proprio a causa di un infarto a novembre del 2020.

BIASSONO alpino Orazio Turiani a cui è dedicato il nuovo defibrillatore

BIASSONO alpino Orazio Turiani a cui è dedicato il nuovo defibrillatore

«Dopo la sua morte io e la mia famiglia abbiamo pensato a come avremmo potuto onorare e ricordare la memoria di papà, e così abbiamo pensato a un defibrillatore da donare a Biassono, un apparecchio che magari un giorno servirà a salvare la vita di qualcuno», racconta il figlio Domenico Turiano.

Alla cerimonia di inaugurazione sarà presente il gruppo Alpini del paese, gli amici di sempre dell’alpino Turiano, e il parroco, don Ivano Spazzini. «Con questa donazione il ricordo del papà resterà vivo, attraverso un gesto concreto», conclude Domenico Turiano

Orazio Turiano aveva 86 anni ed era molto conosciuto in paese e attivo nella sezione Alpini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA