Monza sospende la rette degli asili nido comunali per il mese di marzo
Niente retta a marzo per i nidi comunali di Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza sospende la rette degli asili nido comunali per il mese di marzo

La giunta di Monza ha deciso di non fare pagare alle famiglie che frequentano gli asili nido comunali la retta di marzo, per sostenere i genitori. Intanto, una fiaba o un laboratorio online al giorno per i bambini da 0 a 6 anni.

Le famiglie monzesi che hanno figli che frequentano gli asili nido comunali non pagheranno le rette del mese di marzo: lo ha deciso l’amministrazione comunale per andare incontro ai genitori che devono affrontare l’emergenza coronavirus. L’annuncio dell’amministrazione comunale spiega che nelle case arriverà la comunicazione della sospensione del pagamento.

“L’importo indicato nei bollettini già in possesso delle famiglie è riferito al servizio erogato in febbraio e tiene conto, pertanto, degli eventuali giorni di assenza del bambino/a e dei giorni di chiusura forzata dal 24 al 28. Lo stesso, inoltre, è comprensivo anche della quota fissa riferita al mese di marzo”.

Per le famiglie che pagano con addebito automatico sul conto corrente o che hanno pagato con la ricarica, sarà individuato un sistema di rimborso per il periodo di chiusura dei nido comunali. «Fino alla riapertura dei nidi sono sospesi tutti i pagamenti - spiega piazza Trento - E comunque alla ripresa valuteremo se e quanto sarà l’importo da pagare per la quota fissa, senza ovviamente addebitare i costi giornalieri». L’intenzione è assicurare «il massimo sforzo possibile per non gravare ulteriormente sui bilanci delle famiglie».

Nel frattempo il Comune ha iniziato con le educatrici e le maestre dei nidi di Pianeta Azzurro ha iniziato a pubblicare “Una storia al giorno”, una fiaba o un laboratorio quotidiani per “per tenere compagnia ai bambini e trasformare quest’emergenza in una divertente opportunità”. «Il progetto – spiega l’assessore all’istruzione, Pier Franco Maffè - è l’occasione per metterci in gioco a dimostrazione che è possibile reagire a un’emergenza inaspettata in modo semplice e divertente, proponendo qualcosa di nuovo a cui, in una situazione “normale”, non avremmo mai pensato».

Le storie e le proposte vengono pubblicate sulla pagina Facebook del Comune di Monza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA