Meda: schiaffi e pugni in faccia alla nipote per avere soldi, arrestato dai carabinieri un 56enne di Seregno
Una pattuglia dei carabinieri di Seregno

Meda: schiaffi e pugni in faccia alla nipote per avere soldi, arrestato dai carabinieri un 56enne di Seregno

L’uomo domenica si è presentato a casa della donna, di 29 anni, pretendendo del denaro. Ha aggredito prima verbalmente e poi fisicamente la vittima provocandole un trauma cranico facciale. Non si tratterebbe della prima volta.

Domenica pomeriggio, a Meda, pretendendo denaro, ha aggredito, prima verbalmente e poi con schiaffi e pugni al volto, la nipote di 29 anni provocandole un trauma cranico facciale con contusioni multiple, 10 giorni di prognosi. Lo zio aguzzino, un 56enne italiano residente a Seregno, già noto alle forze dell’ordine per reati inerenti gli stupefacenti e contro la persona. è stato arrestato.

I fatti sono avvenuti in casa della donna dove si sono immediatamente presentati i carabinieri della Sezione Radiomobile di Seregno supportati dai colleghi di Giussano. La vittima è stata soccorsa e trasportata all’ospedale di Desio da personale paramedico inviato dal 118 mentre lo zio è stato tratto in arresto per tentata estorsione e portato in carcere a Monza.

Nei giorni seguenti, attraverso approfondimenti investigativi sarebbe emerso che, dal 2014 il 56enne si sarebbe reso protagonista di ripetuti episodi di vessazioni e violenza fisica e psicologica nei confronti della nipote e della propria sorella 58enne, mai denunciati prima. Per lui è scattata quindi una ulteriore denuncia per maltrattamenti contro familiari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA