Maltempo sulla Brianza, un fiume di fango ha investito la zona del ponte di Agliate
Maltempo 3 giugno Verano Brianza Agliate via Garibaldi (Foto by Edoardo Terraneo)

Maltempo sulla Brianza, un fiume di fango ha investito la zona del ponte di Agliate

Le violenti piogge di mercoledì 3 giugno hanno causato parecchi disagi nella zona a confine tra Verano e Carate Brianza, nei pressi della frazione caratese di Agliate in riva al fiume Lambro.

Acqua, fango, sassi. In grande quantità, scivolati lungo la via Garibaldi fino al ponte di Agliate. Le violente precipitazioni di mercoledì 3 giugno hanno riproposto al confine tra Verano e Carate Brianza un’annosa problematica nota: l’abbondante discesa di materiale eroso dal versante del Parco delle Fontanelle (caratese) sulla carreggiata del cosiddetto “Rondò” (via Garibaldi, veranese); e da lì fino al ponte di Agliate (ancora caratese). Ostruiti i tombini a valle e allagati alcuni edifici, tra cui il piano interrato del ristorante “Da Fabio”.

Maltempo 3 giugno Verano Brianza Agliate via Garibaldi

Maltempo 3 giugno Verano Brianza Agliate via Garibaldi
(Foto by Edoardo Terraneo)

Mercoledì sera, l’intervento della Protezione civile di Verano Brianza in loco, per la chiusura della via Garibaldi e le prime operazioni di smaltimento di acqua e detriti, si è resa necessaria appena 30 minuti dopo l’inizio delle piogge. Sul posto sono intervenuti anche la Protezione civile di Carate Brianza e i Vigili del Fuoco. I Comuni di Verano e Carate - rappresentati sul posto dagli assessori Samuele Consonni e Alessandro Terraneo, entrambi con deleghe a Lavori pubblici e Protezione civile - hanno richiesto l’intervento della Provincia di Monza e Brianza che hanno raccolto i residui fangosi e sassosi rimasti sulle strade, poi smaltendoli nell’alveo del Lambro. Sono infatti di competenza provinciale la caratese via Milite Ignoto e il ponte di Agliate. Il Comune di Carate ha anche chiamato l’intervento della ditta incaricata per la manutezione stradale, che con mezzi appositi ha contribuito alla pulizia di pozzetti e strade. Le operazioni di ripristino sono terminate verso la mezzanotte.

L’area critica a cavallo tra i due Comuni è già finita sotto la lente di ingrandimento più volte, soprattutto in concomitanza a dannose bombe d’acqua e non senza tensioni tra i 2 Comuni. Che comunque, ormai negli ultimi mesi del 2018, erano arrivati a una stretta di mano con il protocollo di intesa per la riduzione del rischio idrogeologico nel Parco delle Fontanelle. Un progetto decisivo, finanziato per 170mila euro da Regione e per 30mila euro dalle 2 municipalità (20mila da Carate e 10mila da Verano, già stanziati). Ente attuatore delle opere sarà il Parco della Valle del Lambro. Le opere non sono ancora state compiute.


© RIPRODUZIONE RISERVATA