L’Università Statale presenta UNIMission, l’assessore Sala: «Finanziare i giovani che vogliono fare impresa assume anche un valore sociale»
Fabrizio Sala (Foto by Fabrizio Radaelli)

L’Università Statale presenta UNIMission, l’assessore Sala: «Finanziare i giovani che vogliono fare impresa assume anche un valore sociale»

Presentato e già online: è UNIMission, la piattaforma di crowdfunding con cui l’Università di Milano punta alla valorizzazione di progetti innovativi e a impatto sociale promossi dagli studenti.

È online UNIMission, la piattaforma di crowdfunding con cui l’Università di Milano punta alla valorizzazione di progetti innovativi e a impatto sociale promossi dagli studenti. Le proposte potranno essere presentate dal mese di dicembre, ma il progetto prevede anche iniziative a supporto dello sviluppo di nuove idee provenienti dall’intera comunità universitaria.

La presentazione è avvenuta nel corso del convegno ‘UNIMI Innova: esperienze oltre lo studio’ organizzato dal Rettore dell’Università Statale di Milano Elio Franzini alla presenza anche dell’assessore all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione di Regione Lombardia, Fabrizio Sala.

“Il sistema universitario – ha detto l’assessore Fabrizio Sala – gioca un ruolo fondamentale e Regione vuole investire nell’orientamento accademico, in progetti dedicati ai giovani e che contrastino la lentezza della burocrazia, anche con nuove riforme che hanno un valore importante per il futuro. Il sistema Lombardo deve confrontarsi con il meglio a livello internazionale, finanziare i giovani che vogliono fare impresa assume anche un valore sociale”.

UNIMI Innova è l’hub dell’innovazione non solo tecnologica ma anche sociale e culturale dell’Ateneo milanese: volontariato, musica, teatro, laboratori a supporto dell’innovazione e dell’imprenditorialità giovanile, sport sono solo alcune delle opportunità per offrire agli studenti competenze trasversali.

“Tutte le sfide economiche – ha concluso – si vincono facendo gioco di squadra tra istituzioni, imprese, Università, associazioni di categoria e centri di ricerca”.

Sono intervenuti anche Marina Brambilla, Prorettore Programmazione e all’organizzazione dei servizi per la didattica, Monica Poggio, vicepresidente Assolombarda con delega a Università, Ricerca e Capitale umano, Marina Carini, Prorettore Terza Missione, Attività culturali e Impatto Sociale dell’Università Statale di Milano oltre a studentesse e studenti protagonisti del progetto di teatro in carcere, Statale al Bekka, del programma di volontariato in partnership con Save the Children e della partecipazione a Sistema Musei.


© RIPRODUZIONE RISERVATA