Fermato a Monza su una fiammante Brutale, nello zaino ha quasi un chilo di droga
La droga sequestrata dagli agenti

Fermato a Monza su una fiammante Brutale, nello zaino ha quasi un chilo di droga

Un 22enne è stato arrestato dagli agenti del Nost, Nucleo operativo sicurezza tattica, della polizia locale di Monza impegnati tra viale Stucchi e via Salvadori in un posto di controllo per il rispetto delle misure anti Covid.

In sella a una super moto con quasi un chilo di droga. Un’altra brillante operazione degli agenti della polizia locale di Monza, sabato 27 marzo, attorno alle 13 in viale Stucchi. Una pattuglia del Nost, Nucleo operativo sicurezza tattica posta all’angolo con via Salvadori, impegnata in un posto di controllo per il rispetto della “zona rossa”, ha fermato un motociclista 22enne nato in Italia, originario dell’Egitto e residente in provincia di Como, in sella a una Mv Agusta Brutale.

La moto dell’arrestato

La moto dell’arrestato

Alla vista degli agenti il giovane ha dato segni di eccessivo nervosismo; perquisito, nello zaino che aveva sulle spalle conservava 10 confezioni hashish per un peso complessivo di 980 grammi. Condotto al Comando di via Marsala e arrestato, una volta fotosegnalato è emerso che era già noto ed era privo di patente di guida perché revocata. La moto è stata sequestrata e l’autorità giudiziaria ha disposto per il 22enne il trasferimento presso la Casa Circondariale di Monza in attesa della convalida dell’arresto.

L’assessore alla sicurezza Federico Arena ha parlato di un: «Risultato encomiabile, frutto della professionalità dei nostri agenti, che ringrazio, e che dimostra la bontà della nostra strategia di controllo e presidio del territorio da parte della Polizia Locale. A breve, i 20 agenti neoassunti potranno essere impiegati nel pieno delle loro funzioni, consentendoci così di poter essere ancora più presenti e capillari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA