Desio: un parco cardioprotetto in ricordo di Luca Sala
Desio: Luca Sala

Desio: un parco cardioprotetto in ricordo di Luca Sala

Sabato 24 luglio taglio del nastro a Desio per l’intitolazione a Luca Sala del parco di via Montale, in ricordo del 30enne appassionato di basket, scomparso per un arresto cardiaco. Nell’area verde anche un defibrillatore.

Un parco in ricordo di Luca. Sabato 24 luglio alle 18 il parco Pallavicini di via Montale a Desio sarà intitolato a Luca Sala, giovane desiano appassionato di basket scomparso il 18 gennaio 2007 per un arresto cardiaco proprio mentre stava disputando una partita.

Luca aveva trent’anni, giocava a pallacanestro sin da bambino e considerava l’Aurora Basket come una seconda famiglia. Nonostante la tempestività dei soccorsi, il giovane atleta ha perso la vita prima di arrivare in ospedale. Durante la cerimonia sarà posizionato un defibrillatore, donato dalla mamma di Luca in collaborazione con Aido di Desio, proprio all’interno del parco e che rientra tra i 43 defibrillatori, di cui 26 di proprietà comunale, che rendono Desio una città cardioprotetta. Probabilmente, nel caso di Luca, la presenza di un defibrillatore avrebbe potuto fare la differenza. Ora lo strumento sarà una garanzia in più per i tanti ragazzi amanti del basket che giocano nel campetto di via Montale e delle tante famiglie che frequentano quotidianamente il parco.

«L’inserimento di un nuovo defibrillatore in città – ha sottolineato l’assessore alle Politiche per la casa, ambiente e igiene urbana Stefano Bruno Guidotti - ha un valore concreto e molto importante per la tutela della salute dei nostri cittadini. Sappiamo che in caso di arresto cardiaco il fattore tempo è determinante negli interventi di soccorso sanitario e, da questo punto di vista, i defibrillatori rappresentano dei veri e propri apparecchi salvavita».

L’Aurora Basket, per ricordare Luca aveva indetto dal 2008 al 2014 il “Memorial Luca Sala –Basket in piazza”, un evento sportivo che aveva coinvolto molte società lombarde e anche in quell’occasione era stato donato un defibrillatore. Sabato sarà anche l’occasione per inaugurare i campi da gioco realizzati con il Bilancio partecipativo 2019, il progetto che si è aggiudicato il primo posto con 364 voti dei cittadini.

«Questo progetto- ha specificato l’assessore allo Sport e ai Quartieri Giorgio Gerosa- prevedeva la riqualificazione dell’area presente nel parco cittadino per promuovere e migliorare l’attività sportiva con la realizzazione di un campo da pallavolo e da calcio a 5. Ora lo abbiamo concretizzato, per restituire ai giovani e a tutta la comunità un nuovo spazio per praticare lo sport, maestro di vita, di aggregazione sociale e di crescita civile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA