Coronavirus, mascherine vendute a 20 euro anziché a 5: denunciati i titolari di una parafarmacia in Brianza
Le mascherine vendute con rincari ingiustificati fino al 300%

Coronavirus, mascherine vendute a 20 euro anziché a 5: denunciati i titolari di una parafarmacia in Brianza

Provvedimento della Finanza della Compagnia di Monza impegnata in controlli mirati in tutto il territorio provinciale per scongiurare illeciti legati all’emergenza sanitaria.

I finanzieri della Compagnia di Monza hanno scoperto in Brianza una parafarmacia che approfittando dell’emergenza Coronavirus aveva messo in vendita mascherine protettive monouso (FFP1 e FFp2) a prezzi esorbitanti, tra i 17 e 20 euro quando, spiegano le Fiamme gialle, prima dell’emergenza costavano 5 euro.I titolari, denunciati alla autorità giudiziaria, hanno quindi applicato rincari ingiustificati fino al 300 per cento.

LEGGI Coronavirus, attenzione ai virus informatici e alle truffe online

L’azione dei militari monzesi rientra in un più ampio piano del Comando provinciale per monitorare gli illeciti correlati all’emergenza sanitaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA