Con un tagliasiepi in mano in corso Milano a Monza: «Lo voglio vendere per una dose di eroina»
Monza polizia di Stato

Con un tagliasiepi in mano in corso Milano a Monza: «Lo voglio vendere per una dose di eroina»

Un ragazzo di 23 anni è stato fermato dalla polizia di Monza e denunciato a piede libero per furto: potrebbe infatti avere sottratto un tagliasiepi a un giardiniere di Agrate Brianza impegnato in un lavoro in via Ghilini dove il giovane è stato visto da un testimone. Voleva venderlo per acquistare una dose di eroina.

In crisi di astinenza da eroina, ha detto agli agenti della Squadra Volante della questura di  Monza intervenuti in corso Milano, giovedì 14 gennaio nel pomeriggio, di aver trovato per strada il tagliasiepi che maneggiava davanti ai loro occhi e di volerlo vendere subito per acquistare delle dosi di stupefacente. Fermato e portato negli uffici di via Montevecchia, dopo essere stato interrogato sull’accaduto ha avuto un malessere ed è stato trasportato in codice verde all’ospedale San Gerardo.

Tuttavia, O.M., 23 anni, originario del Marocco e senza fissa dimora, non ha con questo evitato una denuncia a piede libero per furto: l’attrezzo da giardino potrebbe appartenere infatti a un 42enne agratese, giardiniere, che aveva posteggiato l’auto contenente una serie di altri arnesi in via Ghilini, dove era impegnato per un lavoro. Proprio in quella via O.M. con il tagliasiepi è stato infatti intercettato da un testimone, che ha poi chiamato il 112. Il giardiniere da un primo controllo ha riferito agli agenti di non aver notato la sparizione dell’attrezzo ma di riservarsi di fare un controllo più accurato e, nel caso, di sporgere denuncia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA