Carate Brianza: “arbitro accerchiato”, carabinieri in campo durante la partita della Folgore Caratese di Serie D
Lo stadio di Carate in una foto d’archivio

Carate Brianza: “arbitro accerchiato”, carabinieri in campo durante la partita della Folgore Caratese di Serie D

I militari spiegano che è stato intervento “d’iniziativa a carattere preventivo”- Tornata la calma la gara calcistica è potuta riprendere: al termine del match “la terna arbitrale - spiegano ancora i carabinieri - ha richiesto la presenza dei militari fino all’uscita dalla struttura”.

Carabinieri della locale stazione dell’Arma in campo, domenica pomeriggio attorno alle 16.10, a Carate Brianza, “per sedare gli accesi tafferugli che si stavano verificando tra i giocatori delle due squadre e la terna arbitrale” durante la partita del campionato di Serie D girone B tra Folgore - Villa Valle terminata 2-2.

Un intervento “d’iniziativa a carattere preventivo” spiegano dall’Arma, da parte dei militari impiegati in servizio di ordine pubblico: “in difesa dell’arbitro, nella circostanza accerchiato con modi agitati e minacciosi da vari giocatori di entrambi le squadre” spiegano dalla Compagnia di Seregno.

LEGGI La versione della Folgore Caratese: «Zuffa terminata in due minuti, sorpresi dall’intervento delle Forze dell’ordine»

Tornata la calma la gara calcistica è potuta riprendere: al termine del match “la terna arbitrale - spiegano ancora i carabinieri - ha richiesto la presenza dei militari fino all’uscita dalla struttura sportiva, avvenuta poi senza criticità”.

La situazione di tensione si è registrata solo in campo mentre sugli spalti e fuori lo stadio non si sono registrati problemi né feriti né danni a cose.


© RIPRODUZIONE RISERVATA