Biassono, vandali alla scuola elementare: «Chi ha potuto ha riportato i bambini a casa»
La palestra della scuola elementare Sant’Andrea di Biassono (Foto by Erica Sironi)

Biassono, vandali alla scuola elementare: «Chi ha potuto ha riportato i bambini a casa»

Vandali in azione alla scuola elementare Sant’Andrea di Biassono. Brutta sorpresa lunedì mattina: hanno messo a soqquadro le aule al piano terra e svuotato gli estintori al primo piano. Alcuni bambini sono tornati a casa, per gli altri le lezioni sono state riorganizzate tra mensa e palestra.

Vandali in azione alla scuola elementare Sant’Andrea di Biassono. Brutta sorpresa lunedì mattina per gli insegnanti, i genitori e i 270 alunni che frequentano l’istituto primario. Nel fine settimana alcuni vandali sono entrati nella scuola di via Martin Luther King e indisturbati hanno messo a soqquadro le cinque aule al pian terreno divertendosi a scrivere sulla lavagna, a schiacciare sul pavimento i gessetti, a srotolare i rotoli di carta igienica e di nastro adesivo. Poi sono saliti al piano superiore, dove però le aule erano chiuse, e hanno svuotato l’estintore lungo il corridoio.

Immediate la segnalazione alle forze dell’ordine e una riorganizzazione delle lezioni in collaborazione anche con i genitori.
«Un grazie ai genitori che ci sono venuti incontro - precisa la dirigente Mariagnese Trabattoni - Chi ha potuto ha riportato i bambini a casa».

Le lezioni sono perciò state riorganizzate: dopo un sopralluogo che ha comunque evidenziato l’agibilità della scuola, gli alunni sono stati divisi tra palestra e mensa che non erano state visitate dai vandali, mentre gli operatori scolastici sistemavano i danni. «Fortunatamente, in base alle verifiche fino ad ora effettuate, non abbiamo subito furti – precisa la direttrice – Non sappiamo da che parte sono entrati, molto probabilmente da una porta finestra a pian terreno che questa mattina abbiamo trovato socchiusa».

Entro la sera di lunedì verrà pubblicato sul sito dell’Istituto comprensivo un comunicato, con informazioni anche sul ritorno domani sui banchi di scuola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA