Ambiente, è nato il Pane: Parco agricolo nord est dalla fusione di Molgora e Rio Vallone
Dai parchi Molgora e Rio Vallone è nato il nuovo Pane: parco agricolo nord est (Foto by Redazione online)

Ambiente, è nato il Pane: Parco agricolo nord est dalla fusione di Molgora e Rio Vallone

È nato un nuovo parco e si chiama P.a.n.e.: il Parco agricolo nord est. L’atto costitutivo è stato firmato lunedi 5 giugno dall’assemblea dei 21 sindaci che facevano parte dei Parchi Molgora e Rio Vallone. Il nuovo parco copre un’area di 3mila ettari.

È nato un nuovo parco e si chiama P.a.n.e.: il Parco agricolo nord est. L’atto costitutivo è stato firmato lunedi 5 giugno dall’assemblea dei 21 sindaci che facevano parte dei Parchi Molgora e Rio Vallone. Il nuovo parco copre un’area di 3mila ettari, è nato davanti a un notaio e sono stati nominati gli organi gestionali.

“Il nuovo Ente godrà dell’esperienza dei due Parchi di origine ma si avventurerà su un territorio nuovo, avrà la missione di elaborare progetti di ampio respiro per salvaguardare e valorizzare l’ambiente, con orizzonti che vadano oltre i confini dei nostri comuni”, avevano detto i presidenti di Molgora e Rio Vallone - Marilena Riva sindaco di Usmate Velate e Giorgio Monti di Mezzago - all’avvio del progetto.

Presidente del Consiglio di amministrazione del nuovo P.a.n.e. è stato eletto all’unanimità Silvano Brambilla, per due mandati sindaco di Cambiago. La vicepresidenza è andata a Mariasilvia Agresta. Il Consiglio di amministrazione è composto da 8 consiglieri, fra cui i due presidenti uscenti del Parco del Molgora e del Rio Vallone.

Dai parchi Molgora e Rio Vallone è nato il nuovo Pane: parco agricolo nord est

Dai parchi Molgora e Rio Vallone è nato il nuovo Pane: parco agricolo nord est
(Foto by Redazione online)


“Il Consiglio di amministrazione è stato selezionato sulla base dei 19 curriculum arrivati a seguito di bando pubblico, questo ha permesso ai Sindaci di poter scegliere le figure più idonee per il ruolo. Molti Consiglieri sono esterni ai comuni del Parco, ma è stata una scelta indotta dal fatto che si è preferito valutare la professionalità e le motivazioni prima che la localizzazione geografica – hanno commentato Monti e Riva - Siamo ben felici che il consiglio sia composto per metà da donne e da molti giovani qualificati che, sebbene poco esperti nel funzionamento della macchina amministrativa, hanno forte motivazione alla partecipazione”.

La lunga esperienza amministrativa del presidente Brambilla, sindaco per due mandati, unita alla sua conoscenza del territorio gli permetterà di valorizzare al meglio le capacità di ognuno: “Ringrazio i sindaci per la fiducia dimostrata alla mia persona, conosco bene il Parco del Rio Vallone essendone stato Presidente dell’assemblea per alcuni anni, ritengo che non avrò problemi a gestire il nuovo Ente, soprattutto perchè potrò contare sull’esperienza dei due Presidenti uscenti Pirovano e Villa, che garantiranno la continuità dell’attività dai due Parchi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA