Monza, spaccia vicino a un bar: divieto di avvicinamento per un anno

Dacur, per un anno divieto di avvicinamento a un bar di Monza, dove è stato trovato a spacciare cocaina, nei confronti di un 35enne
Controlli della Polizia di Stato a Monza

Dacur, divieto di avvicinamento alle aree urbane, e in particolare nelle vicinanze di un bar di Monza dove è stato trovato a spacciare cocaina, per un anno, nei confronti di un 35enne italiano residente in provincia di Como: il provvedimento è stato emesso dal Questore a seguito degli approfondimenti svolti dalla Divisione Polizia Anticrimine. La violazione “comporterà la commissione di un ulteriore reato che sarà punito con la reclusione da 6 mesi a 2 anni” specificano dalla Questura.

Monza, ancora controlli della Polizia in zona stazione: 87 identificati

Intanto, nell’ambito delle attività di prevenzione generale, vigilanza e controllo del territorio svolto dalla Questura, al fine di contrastare il fenomeno di spaccio e criminalità diffusa di alcune aree della città di Monza ed in particolare dei giardini di via Artigianelli, via Gramsci, corso Milano, del piazzale della stazione, largo Mazzini, nella serata di giovedì 3 novembre, su disposizione del Questore Marco Odorisio, personale della Questura insieme a due equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Milano e a uno della Polizia Locale di Monza, ha svolto controlli mirati. Sono state identificate 87 persone, di cui 5 cittadini stranieri. Delle persone controllate 8 sono risultate con precedenti di polizia per reati predatori, per spaccio di sostanze stupefacenti e per falso. Analoghi servizi continueranno nei prossimi giorni.