Comune di Lissone, prosegue la strada della digitalizzazione: basta code
Il municipio di Lissone (Foto by Radaelli Gianni)

Comune di Lissone, prosegue la strada della digitalizzazione: basta code

Si è conclusa la completa digitalizzazione di tutti i servizi erogati dal Settore Demografici. Uniche eccezioni - come previsto dalla legge - sono il rilascio delle carte di identità elettroniche (CIE), le autentiche di firma e poche altre procedure che necessitano la presenza fisica dell’utente.

Code allo sportello? Il Comune di Lissone prosegue il processo di innovazione tecnologica che sta interessando trasversalmente tutti gli uffici e da pochi giorni si è conclusa la completa digitalizzazione di tutti i servizi erogati dal Settore Demografici, ora disponibili sul sito. Uniche eccezioni - come previsto dalla legge - sono il rilascio delle carte di identità elettroniche (CIE), le autentiche di firma e poche altre procedure che necessitano la presenza fisica dell’utente.

«Grazie al coordinamento interno del Comune, rendiamo possibile per i cittadini fruire dei nostri servizi anche in orari extra-apertura al pubblico - sottolinea il sindaco Concettina Monguzzi - i Servizi demografici da questo punto di vista sono all’avanguardia, dimostrando un’attenzione particolare alle esigenze della cittadinanza».

Ciò consente al cittadino di poter accedere ai servizi erogati dagli uffici in qualunque orario della giornata e da qualunque luogo. Un ruolo decisivo lo hanno avuto i dipendenti comunali, coinvolti a pieno titolo nel processo di digitalizzazione, dovendo garantire il diritto alla fruizione dei servizi on-line.

Per facilitare gli accessi programmati dovuti all’emergenza sanitaria, una delle innovazioni tecnologiche ha riguardato l’attivazione del servizio di prenotazione on line PrenotaPA, fondamentale per garantire un’affluenza controllata. In questo modo è stata creata una piattaforma che permette di conciliare le esigenze del cittadino con le disponibilità dell’ufficio, evitando code e attese estenuanti, pur continuando a garantire le emergenze segnalate dai cittadini stessi.

Nel percorso di digitalizzazione sono stati attivati dal Settore demografici i servizi Pos Pago PA, Io APP, firma Grafometrica ed Erogazione SPID. Al tempo stesso è stato terminato con successo il passaggio all’anagrafe nazionale della popolazione residente, la banca dati italiana che vede il Comune di Lissone come ente n.108 sui quasi 8mila Comuni italiani.

Interamente digitalizzate le Istanze on line con le quali il cittadino riesce a gestire totalmente i rapporti con i servizi demografici senza dover venire in comune: a portata di clic ci sono variazioni anagrafiche per iscrizioni, cambi di via nonché iscrizioni e cancellazioni agli Albi degli Scrutatori e Presidenti di seggio e dei Giudici Popolari. Ed ancora. Tutti i pagamenti della pubblica amministrazione devono passare attraverso il canale Pago PA e l’Ufficio Anagrafe ha già predisposto la struttura operativa. A tal fine sono stati installati 4 pos Pago PA (3 in Sede Centrale ed uno a Santa Margherita) e consolidate le modalità di funzionamento. Per il cittadino nulla è cambiato dal momento che la transazione è identica a quella di un Pos normale. Non sono previsti addebiti per l’operazione. Inoltre, pagando con il Pos, il pagamento viene immediatamente tracciato, evitando eventuali successive richieste di ricevute di pagamento.

Il Comune è infine già attivo sulla piattaforma IO App, un’applicazione di Agenda Digitale Italiana finalizzata a rendere disponibili ai cittadini i Servizi offerti tramite dispositivi mobile (smartphone), strumento che permette di colloquiare e interagire con tutti gli enti pubblici locali e nazionali. In ambito demografici è già possibile usufruire dei seguenti servizi: apertura pratiche, certificati anagrafici, scadenza carte d’identità, scadenza permesso di soggiorno, ritiro tessera elettorale.

Il settore ha attivato anche la firma GrafoSmart, in modalità FAE (firma elettronica avanzata) ai fini della dematerializzazione e semplificazione dei flussi documentali. La firma grafometrica consentirà di sostituire i moduli cartacei e la sottoscrizione autografa con documenti digitali sottoscritti tramite firma elettronica avanzata. Tale procedura sarà applicata per le istanze presentate direttamente agli sportelli evitando così l’utilizzo di carta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA