Musica, “Lettera al successo” premia Alessandro Patacchini ad Agrate Brianza: in giuria c’era Gatto Panceri
Alessandro Patacchini con Gatto Panceri e i conduttori Enzo Savi, Antonio Montieri e Camilla Gorini

Musica, “Lettera al successo” premia Alessandro Patacchini ad Agrate Brianza: in giuria c’era Gatto Panceri

Alessandro Patacchini, 21 anni di Rozzano, è il vincitore della decima edizione del concorso canoro e musicale nazionale “Nuovi talenti festival” andato in scena ad Agrate Brianza. A presiedere la giuria c’era l’artista di Concorezzo Gatto Panceri.

Alessandro Patacchini, 21 anni di Rozzano, è il vincitore della decima edizione del concorso canoro e musicale nazionale “Nuovi talenti festival”. L’evento si è svolto la sera di sabato 9 ottobre ad Agrate Brianza al “Larem studios”. Il giovane artista ha vinto con il brano inedito “Lettera al successo”, scritto dallo stesso cantante e composto dall’amico Amedeo Martini ha sbaragliato il campo degli altre tredici partecipanti giunti alla finale

“Lettera al successo” è un brano autobiografico che vuole raccontare tra le “righe” la storia del giovane artista già apprezzato calciatore di Inter e Parma che per un grave infortunio ha dovuto interrompere bruscamente la sua carriera calcistica giunta alle porte della serie A.

“Nuovi Talenti Festival” è da dieci anni un concorso musicale di fama nazionale realizzato dalla Momenti Sonori srl di Milano e dalla edizioni musicali Miseria e Nobiltà Sas di Pasquale Lacquaniti e Francesco Monteleone con il patrocinio e contributo del Nuovo Imaie (istituto mutualistico artisti interpreti ed esecutori ) di Roma e dell’Afi (associazione fonografici italiani) di Milano, la storica associazione di categoria esistente dal 1948. La direzione artistica della decima edizione è stata affidata al maestro Dino Angelini apprezzato e conosciuto talent scout, che da 35 anni è il promotore del Cantabrianza.

La giuria era presieduta dall’artista concorezzese Gatto Panceri. L’evento è stato presentato da Enzo Savi e Antonio Montireri, conduttori di Radio Italia con il supporto di Camilla Gorini, già vincitrice, alcuni anni fa del Cantabrianza.

Ad Alessandro Patacchini, Nuovo Imaie, ha offerto la possibilità e il contributo per realizzare otto concerti live distribuiti nel corso del 2022 durante i quali l’artista dovrà eseguire esclusivamente brani inediti ed inoltre la produzione di un brano nuovo con il relativo videoclip. Al termine a tutti gli artisti è stata consegnata la targa di partecipazione realizzata dall’Afi. Al vincitore assoluto un artistico premio realizzato dal maestro orafo Michele Affidato l’artista che realizza i trofei del festival di Sanremo.

Patacchini ha colto la vittoria con un motivo che racconta il suo dramma che da calciatore sulle ali del successo è finito nel dimenticatoio a causa di un grave infortunio al ginocchio alla vigilia del debutto in serie A col Parma di D’Aversa.

Significativo un verso della sua canzone, Lettera al successo: “Ho baciato psicologi, assaggiando la depressione, nella linea sottile tra l’umiltà e l’ambizione”.

Alessandro, cresciuto nell’Inter, come calciatore trequartista avanzato, nella categoria Allievi under 15 e under 17 è stata due volte campione d’Italia. La prima volta battendo in finale il Parma e la seconda l’Atalanta. Nel 2017 aveva vinto la Supercoppa Italiana contro il Como. Attualmente è consulente assicurativo commerciale alle Generali di Cesano Maderno, ma continua a giocare a calcio in promozione nella Viscontea. Ha al suo attivo due dischi “Venite a casa di Amedeo” e “Pezzi da 20”, per le sue canzoni si è lasciato ispirare da Luciano Ligabue che ammira moltissimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA