Monza: il premio Brianza a Gherardo Colombo nei 70 anni della Costituzione
Gherardo Colombo (Foto by FABRIZIO RADAELLI)

Monza: il premio Brianza a Gherardo Colombo nei 70 anni della Costituzione

L’Associazione Mazziniani ha scelto il vincitore del premio Brianza 2018: è l’ex magistrato Gherardo Colombo. Sabato 10 novembre la cerimonia alla Sala Maddalena di Monza

Succede che tra i tanti anniversario di questo qualcosa ’8 ci sia anche quello della costituzione italiana, il punto nodale della storia della Repubblica: tra un manciata di settimane, il 27 dicembre 2018, sono settant’anni che la Carta è entrata in vigore ed è allora a lei, per quest’anno, che l’associazione Mazziniani d’Italia ha deciso di tributare, com’è nel suo dna, l’omaggio fondamentale.

Succede nell’ambito del Premio letterario Brianza, che per riconoscere e non dimenticare l’anniversario ha deciso di tributare a un rappresentante fondamentale della storia nazionale il suo riconoscimento: è l’ex magistrato Gherardo Colombo, che “da anni impegnato nell’educazione alla legalità di centinaia di migliaia di studenti italiani”, ospite d’onore della tredicesima edizione del premio Brianza, scrive l’associazione che ha fissato per sabato, 10 novembre, alle 16.30 alla sala Maddalena (via Santa Maddalena a Monza) la cerimonia di premiazione.

“Dopo Andrea Vitali, Sveva Casati Modignani , Ivan Cotroneo, Aldo Cazzullo, Davide Van de Sfroos , Elena Cattaneo, la giuria ha voluto premiare come personalità dell’anno l’ex magistrato Gherardo Colombo per ricordare e celebrare i 70 anni dell’entrata in vigore della Costituzione italiana” hanno scritto i Mazziniani ricordando i 33 anni “in magistratura e tante inchieste celebri, dalla Loggia P2 a Mani pulite: oggi gira per le scuole italiane per parlare di legalità, libertà e democrazia. Il suo credo? Educare alla libertà con un paio di punti fermi: è vietato educare all’obbedienza, è vietato insultare e picchiare i bambini”.

Sul fronte letterario la terna dei finalisti nella categoria editi a cui saranno attribuiti il “Premio della Critica” e il “Premio della giuria popolare” è stata resa pubblica nei giorni scorsi e comprende Alessandro Robecchi, (“Follia Maggiore”, Sellerio), Andrea Salonia (“Domani chiameranno domani”, Mondadori) e Marco Speciale (“Il nome della notte”, Ex Cogita).

© RIPRODUZIONE RISERVATA