Sport e disabilità, Mattia Muratore testimonial di un  progetto di ricerca sul doping
monza arcore mattia muratore wheelchair hockey

Sport e disabilità, Mattia Muratore testimonial di un progetto di ricerca sul doping

L’arcorese Mattia Muratore, capitano e presidente della squadra di powerchair hockey Sharks Monza, si è fatto promotore di un progetto di ricerca e formazione sul fenomeno del doping tra gli sportivi disabili.

Ambasciatore dello sport paralimpico, capitano e presidente della squadra di powerchair hockey Sharks Monza, campione del mondo e ora anche promotore di un progetto di ricerca e formazione sul fenomeno del doping. L’arcorese Mattia Muratore ha lanciato attraverso i suoi canali social l’appello ad aderire al progetto DOPOFF-SPORT E DISABILITA FISICA promosso dall’Università Iul e dal Comitato italiano paralimpico per testare il livello di conoscenza del doping tra gli sportivi disabili.

“Il tema è complesso e non banale- afferma Muratore che si sta impegnando come testimonial insieme alla Fipps - In materia c’è ancora tanta incertezza. Basta vedere quanti siano ancora oggi gli atleti fermati al termine delle manifestazioni sportive perché hanno fatto uso di sostanze dopanti”.

Per partecipare è necessario compilare un apposito questionario. “Bastano soli cinque minuti-assicura Mattia su Instagram - trovate il link in bio. La Iul e il Cip stanno raccogliendo dati per capire quanto ne sappiamo realmente per poter avviare un percorso formazione e di prevenzione. Per questo chiedo a tutti gli atleti della federazione e agli sportivi disabili di contribuire a questa iniziativa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA