Serie D, rivoluzione al Seregno: si separano le strade tra società e Franzini, panchina affidata all’attaccante Carlos Franca
Arnaldo Franzini

Serie D, rivoluzione al Seregno: si separano le strade tra società e Franzini, panchina affidata all’attaccante Carlos Franca

Cambio in panchina per il Seregno calcio: si separano le strade tra il presidente Erba e mister Franzini, in panchina chiamato l’attaccante, oggi infortunato, Carlos Franca.

Doppio e clamoroso colpo di scena in casa Seregno, all’antivigilia della trasferta di domenica 28 febbraio a Sona, nel veronese. Le strade della società e del tecnico Arnaldo Franzini si sono infatti separate, dopo che nell’immediatezza della sconfitta interna contro la Virtus CiseranoBergamo nel turno infrasettimanale la dirigenza aveva riconfermato la sua fiducia all’allenatore. Arrivato in estate in coda alla conclusione del suo trionfale ciclo a Piacenza, Franzini ha vissuto alti e bassi nella sua esperienza in Brianza, ma il filotto di sei risultati utili consecutivi inanellato all’indomani del kappaò contro il NibionnOggiono, condito dalla conquista del titolo di campione d’inverno, sembrava aver instradato la stagione nel migliore di modi.

Carlos Clay Franca

Carlos Clay Franca

Gli ultimi due passi falsi in soli quattro giorni, al contrario, hanno consentito alla Casatese di volare in vetta al girone B del campionato di serie D e portato al cambio. Il presidente Davide Erba, pertanto, ha deciso di affidare il gruppo a Carlos Clay Franca, 41 anni, brasiliano, alla prima avventura su una panchina Senior, dopo una lunghissima trafila da attaccante, che ha conosciuto la sua parentesi più recente proprio nelle fila del Seregno, che in agosto aveva annunciato il suo ingaggio. Dopo tre presenze ed una rete, quella decisiva nella prima gara del torneo in corso proprio a Ciserano, Franca era stato però fermato da un grave infortunio al ginocchio e stava lavorando per recuperare, quando la proposta di subentrare a Franzini ha modificato completamente il suo scenario personale.

“O Rei”, soprannome che si porta dietro da sempre, entrerà in carica la prossima settimana, mentre a Sona la squadra sarà guidata da Zoran Gjorgjev, responsabile del settore giovanile. «Adesso - ha commentato il presidente Erba -, per noi è indispensabile non perdere ulteriore terreno dalla vetta. Poi rimango convinto che sapremo giocarci fino in fondo le nostre chance».


© RIPRODUZIONE RISERVATA