Pallavolo, intervista a Marzari: i voti alla stagione di Saugella e Vero Volley, le prime conferme di Monza - VIDEO
Volley Alessandra Marzari

Pallavolo, intervista a Marzari: i voti alla stagione di Saugella e Vero Volley, le prime conferme di Monza - VIDEO

VIDEO - La presidente del Consorzio, Alessandra Marzari, analizza una stagione che ha regalato la prima coppa europea della storia della società e dà i voti a Saugella e Vero Volley Monza. Con le prime conferme del mercato.

«La stagione è stata straordinaria, ma non ci fermiamo. Stiamo pensando al Consorzio in modo ancor più innovativo, come un hub che riunisca tutte le attività proposte, che derivano dalla sua natura sportiva ma non vi sono direttamente collegate, per esempio quelle sociali».

Così Alessandra Marzari, presidente del Vero Volley che nel 2018-19 ha conquistato (con la Saugella Monza) la Coppa Challenge, guarda al futuro.

«La coppa è arrivata al termine di un percorso sano e di competizione con vittorie sul campo, dove le ragazze della Saugella sono state di esempio per tutti i tesserati – dice Marzari – Una Challenge non facile, in semifinale con Le Cannet e in finale con l’Aydin abbiamo giocato ad alto livello».

Dalla dirigenza un plauso allo staff di coach Falasca, che rimarrà sulla panchina femminile («L’ho voluto, mi ha ripagato con gioco spumeggiante e facendo crescere il gruppo, valorizzando le singole come Hanna Orthmann»). A stagione finita «il voto della Saugella è un bel 9, non do 10 perché in semifinale Playoff con Conegliano potevano dare di più, ma le ragazze sapendo di aver centrato gli obiettivi hanno perso in brillantezza – dettaglia la presidente – Il prossimo anno? Confermarci a questo livello; giocare una Coppa CEV, sicuramente più dura, vedendo se potremo vincerla. Avremo una squadra più forte (che riparte con Ortolani capitana, Anna Danesi al centro, Orthmann e Begic in banda confermate, Beatrice Parrocchiale libero, e sorprese che non mancheranno, ndr). Lo scudetto? Prematuro pensarci».

Sul fronte maschile il Vero Volley chiude un’annata altalenante, con ottime partite (come le due vittorie a Perugia), ma poca costanza di rendimento.

«Peccato per la Challenge sfumata con Belgorod, squadra fortissima: all’andata qui abbiamo giocato benissimo, al ritorno abbiamo subito la serata-no delle bande – commenta Marzari dagli uffici della Candy Arena – In generale abbiamo patito i problemi fisici di Plotnytskyi, grandissimo talento ma sfortunato tra infortunio alla spalla e guai muscolari, e di Buchegger, rimasto fuori diversi mesi. Voto? Do un sette».

Quali le potenzialità del Vero (Soli confermato in panchina) nel 2019-20? «Dipenderà dal mercato e altri fattori. Allestirò una buona squadra. Senza dubbio non ridurremo l’impegno con i maschi» dice in merito alle voci che negli ultimi mesi avevano parlato di un Consorzio pronto a puntare solo sulla Saugella. Intanto sull’asse Vero-Comune nasce l’iniziativa “Monza Città del Volley”, nei prossimi mesi sarà suggellata dall’installazione di una scultura, realizzata dai ragazzi della Comunità di San Patrignano, nella rotatoria (dinanzi al palasport) di viale Stucchi.

LA VIDEO-INTERVISTA


© RIPRODUZIONE RISERVATA