Truffatori in azione: a Brugherio usano banconote contraffatte, a Monza  documenti falsi per due IPhone
L’Iper di Monza di via della Guerrina

Truffatori in azione: a Brugherio usano banconote contraffatte, a Monza documenti falsi per due IPhone

Truffatori in azione nei supermercati di Brugherio e Monza: nel primo caso una coppia di quarantenni ha fatto spesa cercando di pagare con una banconota da 100 euro falsa; a Monza un uomo ha cercato di accendere un finanziamento per acquistare due costosi Iphone utilizzando documenti falsi.

Hanno tentato il colpo gobbo, cercando di truffare due supermercati brianzoli con due differenti tecniche. Ma gli è andata male.

Il primo episodio è avvenuto nella serata di venerdì 7 febbraio a Brugherio: nel corso di un servizio mirato a contrastare il fenomeno delle truffe, i militari della locale stazione carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato: un italiano di 42 anni e una donna di 41, entrambi residenti a Cinisello Balsamo. Lei, italiana, è incinta di 5 mesi ed è la fidanzata dell’uomo: la coppia, già nota da tempo alle forze dell’ordine, si era recata al supermercato”Dipiù” di via Europa dove avevano fatto alcuni acquisti pagando con una banconota da 100 euro, risultata però falsa. I carabinieri sono intervenuti e, insieme alla banconota utilizzata per il pagamento, hanno rinvenuto altre 8 banconote da 100 euro false (avevano lo stesso numero di serie) e anche una da 50 euro, anch’essa contraffatta. Tutte le banconote false sono state sottoposte a sequestro. I due truffatori sono finiti ai domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza per direttissima.

Il secondo episodio è avvenuto poche ore prima, intorno alle 12.45, al banco vendita dei prodotti elettronici dell’Iper di via della Guerrina a Monza. Qui gli uomini della Polizia di Stato hanno arrestato un uomo di mezza età mentre tentava di accendere un finanziamento con documenti falsi al fine di acquistare 2 costosi IPhone del valore complessivo di 2.500 euro circa. Le generalità sui documenti presentati erano quelle di un notaio lucchese. L’arresto è stato eseguito per possesso di documenti falsi validi per l’espatrio, tentata truffa, sostituzione di persona. Ora gli agenti stanno hanno proceduto con il fotosegnalamento per accertare l’identità del malvivente: è saltato fuori che l’arrestato è un napoletano di 42 anni, ultras del Napoli, che l’anno scorso si è preso un daspo di tre anni dal questore di Ferrara,


© RIPRODUZIONE RISERVATA