«Rapinato ad Arcore da due sconosciuti ai quali volevo prestare soccorso»
La via dei Boschi di Arcore (Foto by Valeria Pinoia)

«Rapinato ad Arcore da due sconosciuti ai quali volevo prestare soccorso»

E’ il racconto fatto ai carabinieri da un uomo di 57 anni di Casatenovo che , con un coltello puntato all’addome, ha dovuto consegnare il portafogli la carta di credito e il telefono cellulare ai due sconosciuti. Indagini in corso.

Thriller dal vivo per un brianzolo che ha raccontato di essere stato rapinato nella notte tra giovedì e venerdì ad Arcore, lungo viale Brianza, da due uomini di colore che gli hanno puntato un coltello al petto. I fatti sono stati denunciati ai carabinieri della stazione locale la notte stessa e ora le indagini sono in corso per chiarire i dettagli dell’inquietante vicenda.

La vittima, un uomo di 57 anni, sposato e residente a Casatenovo con la famiglia, ha dichiarato che all’una di notte si trovava al volante della sua auto lungo la via dei boschi, in marcia verso casa, quando ha visto sulla strada due uomini che sembravano in difficoltà e si è fermato. Un gesto generoso quanto rischioso che si è trasformato in un incubo. La coppia di sconosciuti, puntando l’arma all’addome dell’automobilista, si sarebbe fatta consegnare i contanti nel portafogli (20 euro), la carta di credito e il cellulare. La vittima, ancora terrorizzata, si è poi allontanata dal luogo del reato per sporgere denuncia. I carabinieri della stazione di Arcore che hanno raccolto la testimonianza del 57enne stanno approfondendo i dettagli della vicenda.


© RIPRODUZIONE RISERVATA