Rapina un bar, finisce la benzina  durante la fuga e chiama la mamma: i carabinieri lo accusano anche di altri reati
Carabinieri

Rapina un bar, finisce la benzina durante la fuga e chiama la mamma: i carabinieri lo accusano anche di altri reati

Giornata da dimenticare per un uomo di 37 anni di Lentate sul Seveso: ha rapinato un bar, ma ha finito la benzina durante la fuga e ha chiamato la mamma. I carabinieri poi gli hanno attribuito altri due reati su cui stavano indagando.

Ha commesso una rapina a Lentate sul Seveso, ha finito la benzina durante la fuga in auto e poi ha chiamato la mamma per andare a raccontare tutto ai carabinieri. È successo nel pomeriggio di venerdì 30 luglio a Lentate, nei guai un uomo di 37 anni, residente in paese e già noto per problemi di droga e precedenti.

Dopo aver portato via il registratore di cassa da un bar di via Cadorna, si era dato alla fuga a bordo della sua Audi ma aveva dovuto fermarsi a causa del serbatoio vuoto e a quel punto aveva telefonato a casa.

Già così sarebbe stata una giornata da dimenticare. In più però i carabinieri hanno potuto attribuirgli la responsabilità di altri due reati sui quali era in corso un’indagine.

Era stato lui infatti, secondo i militari, ad appendere a metà luglio un cartello anonimo di minacce in un condominio cittadino.

Ed era stato lui una settimana dopo a rubare con destrezza in una tabaccheria di via Vittorio Veneto un blocchetto da 60 Gratta e vinci del valore di 300 euro.

L’uomo è stato denunciato per rapina aggravata, minaccia e furto con destrezza. Il registratore di cassa, fatto ritrovare in un cortile, è stato riconsegnato al bar.


© RIPRODUZIONE RISERVATA