Piano neve a Monza: dalle 22 il primo sale, poi interventi per priorità (e obblighi per i privati)
Monza: la nevicata di gennaio 2021 (Foto by Fabrizio Radaelli)

Piano neve a Monza: dalle 22 il primo sale, poi interventi per priorità (e obblighi per i privati)

Monza mette in azione il piano neve che parte dalle 22 di martedì 7 dicembre con lo spargimento di sale nelle strade fondamentali, poi l’allerta e il programma di interventi per priorità. Quali sono gli obblighi dei privati.

Rischio neve per mercoledì 8 dicembre: il Comune allerta il sistema di intervento dopo l’assegnazione del nuovo appalto, e con in mente i grandi disagi della scorsa nevicata. Piazza Trento e Trieste ha segnalato che la situazione meteorologica “è costantemente monitorata dalla protezione civile perché potrebbe subire ulteriori evoluzioni nelle prossime ore”.

L’allerta scatta intorno alle 22 quando sarà sparsa la neve nelle strade di grande scorrimento con priorità nel luoghi indispensabili, come l’ospedale San Gerardo (via Pergolesi), il pronto soccorso (via Pergolesi e via Cadore), il Policlinico (via Amati), gli Istituti Clinici Zucchi (via Zucchi e via Appiani), la stazione ferroviaria (via Arosio) e il parcheggio dei bus via Turati/porta Castello, oltre alla questura (via Montevecchia/via Grigna), il comando dei carabinieri (via Volturno), quello della polizia locale (via Marsala) e della guardia di finanza (piazza Diaz/via Magenta), dei vigili del fuoco (via Mauri).

Tra le priorità anche piazza Cambiaghi e piazza Trento e Trieste (aree di mercato), i sottopassi di via Toniolo, viale Libertà, via Buonarroti/viale delle Industrie, via Rota/via Grassi, via della Guerrina, via Stradella, via Aquileia, via Bergamo, il sovrappasso via Sant’Albino/viale Stucchi/via Salvadori, il sottopasso via Tolstoj/via Sant’Alessandro, quello di via Fiume/via Monte Pasubio e quello di via Casati/via D’Annunzio/via Fossati.

“Un secondo giro di sale sulle strade principali è previsto per domani mattina per evitare la formazione del ghiaccio e garantire la circolazione nelle massime condizioni di sicurezza possibili” aggiunge il Comune che segnala anche come nel caso si accumulasse neve a quota 4/5 centimetri entreranno in azione gli spazzaneve. “Lo sgombero delle strade è programmato a seconda dell’importanza della via. La priorità sarà data alle strade dove circolano i mezzi pubblici, quelle di ingresso e di uscita dalla città, alle circonvallazioni e alle vie di accesso a ospedali, cavalcavia, sottopassi e grandi svincoli. A seguire si interverrà sulle vie di collegamento dei quartieri e quelle di viabilità minore. Sono complessivamente dieci i mezzi a disposizione per le operazioni di spargimento sale e sgombero neve”.

La nota fondamentale riguarda l’obbligo dei privati (proprietari di case, negozi e uffici) di sgomberare la neve da marciapiedi, passi carrai e dagli spazi privati o antistanti edifici privati (art. 29 del regolamento di polizia urbana). “In caso di gelo i proprietari dovranno spargere sale, sabbia o altro materiale idoneo sui marciapiedi e pulire passi carrai, tetti, balconi e davanzali per evitare i pericoli derivanti dalla caduta della neve”. Tutte le segnalazioni che riguardano pericoli per neve e ghiaccio devono essere inviate all’Ufficio Manutenzione Strade: [email protected] .


© RIPRODUZIONE RISERVATA