Monza, spacciatore   tenta di gettare un poliziotto nel canale Villoresi: arrestato
Un posto di blocco della Polizia di Stato

Monza, spacciatore tenta di gettare un poliziotto nel canale Villoresi: arrestato

Uno spacciatore marocchino e due italiani sono stati beccati nelle ultime ore mentre tentavano di spacciare droga a Monza e in Valassina.

Il coprifuoco non ferma spacciatori e assuntori. Solo che la presenza di molta meno gente in strada rende loro la vita difficile. E questo grazie ai continui controlli delle forze dell’ordine. A Monza la Polizia ha arrestato, nel pomeriggio di sabato 21 marzo, un marocchino di 25 anni che, travestito da runner, alla vista degli agenti, ha simulato una corsetta per raggiungere la sua bicicletta parcheggiata in via Ghedini, lungo il Lambro. Fermato per un controllo, prima ha dichiarato agli agenti di essere in giro per fare attività fisica e poi, viste le continue domande, si è dato alla fuga con la sua bici. Una seconda volante gli ha tagliato la strada e quindi ha proseguito la sua fuga a piedi in direzione del canale Villoresi. Una terza pattuglia è intervenuta: il marocchino ha cercato di spingere uno dei due agenti nel canale, ma è stato placcato dopo il maldestro tentativo Addosso aveva 20 dosi di cocaina. Lunedì l’udienza di convalida dell’arresto avverrà in video conferenza.

E sempre nel fine settimana sono stati denunciati due italiani intorno alla trentina beccati in auto sulla superstrada 36 Valassina con 15 grammi di cocaina. Erano a bordo di una Punto Abarth nera con strisce rosse e un vistoso alettone. Insomma, non proprio il mezzo adatto per passare inosservati. Così gli agenti di Polizia di Stato impegnati in un posto di blocco nell’ambito dei servizi di controllo legati al Coronavirus li hanno fermati e, all’interno del bolide, hanno trovato la sostanza stupefacente pronta per essere venduta. A giustificazione della droga, che è valsa loro una denuncia a piede libero, hanno dichiarato agli agenti che, stante il periodo di crisi e non potendo lavorare, dovevano pur arrotondare per potersi pagare la spesa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA