Lombardia: cambia il piano vaccini a causa dei focolai, i numeri per gli Over 80 di Monza e Brianza
Regione Lombardia Letizia Moratti

Lombardia: cambia il piano vaccini a causa dei focolai, i numeri per gli Over 80 di Monza e Brianza

Regione Lombardia ha deciso di cambiare il piano vaccinale per rispondere alle emergenze dettate dai focolai di varianti. I numeri della campagna vaccinale per Over 80 a Monza e in Brianza.

Regione Lombardia ha deciso di cambiare il piano vaccinale per rispondere alle emergenze dettate dai focolai di varianti: lo ha annunciato la giunta Fontana mercoledì. Per il vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti si tratta di «rimodulare la strategia» dando priorità ai Comuni dove ci sono i focolai con l’obiettivo di non saturare gli ospedali.

«I vaccini verranno concentrati nei limiti del possibile e delle linee guida del ministero le vaccinazioni partendo dai Comuni al confine tra la provincia di Brescia e di Bergamo con presenza importante di focolaio e situazione di tensione legata alla saturazione delle terapie intensive locali».

Fra giovedì e venerdì nei comuni al confine fra Brescia e Bergamo «inizierà la vaccinazione anche delle persone fra i 60 e 79 anni», ha detto Guido Bertolaso, spiegando che «si utilizzeranno anche parte del 30% di dosi di vaccino che dovrebbero essere tenute di scorta perché bisogna intervenire».
A Bollate, comune che resterà in zona rossa per una settimana in più fino al 3 marzo, sarà vaccinato il personale scolastico.

Non cambia la linea sugli over 80: fino a sabato a Monza e Brianza avevano aderito circa 58mila over 80 tramite portale regionale su circa 80mila presenti tra monzese e lecchese. Gli allettati non devono prenotarsi: verranno incrociati i dati verso fine mese e contattati coloro che non si sono registrati. «A chi non può recarsi nei punti verrà eseguita a domicilio dai medici di medicina generale e dalle Usca» dice l’Ats.

Fino a domenica, fase di rodaggio anche per capire tempistiche di vaccinazione negli anziani, erano state effettuate 90 vaccinazioni in provincia di Monza e Brianza mentre da lunedì scorso ne sono previste 100 totali a Carate Brianza, Vimercate e Desio da lunedì a venerdì, mentre da mercoledì ne sono programmate circa 400 al San Gerardo tutti i giorni (fino al 23 una trentina).

«Questo il ritmo che si terrà per qualche settimana, considerando che è in corso anche vaccinazione di Fase 1bis e che verrà integrato con le vaccinazione da parte dei medici di medicina generale nelle sedi vaccinali», quelle che verranno identificate nei Comuni più importanti, come la Casa del volontariato a Monza.

Ancora da definire quando partirà la campagna di vaccinazione del personale scolastico e delle forze dell’ordine, lo step successivo dell’operazione. L’Ats sta iniziando a raccogliere i dati per gestire la successiva fase.

La Regione ha comunicato che fino a martedì 23 febbraio avevano avuto almeno la prima dose di vaccino 4.157 over 80 della Lombardia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA