Due tecnici morti  nel deposito di azoto liquido dell’ospedale: il cordoglio di Gruppo Sol e Humanitas
Istituti clinici Humanitas

Due tecnici morti nel deposito di azoto liquido dell’ospedale: il cordoglio di Gruppo Sol e Humanitas

Due tecnici dipendenti di una ditta della provincia di Bergamo sono morti all’istituto clinico Humanitas a Pieve Emanuele in un deposito di azoto liquido durante il rifornimento dell’impianto. Il cordoglio del Gruppo Sol di Monza. Indagini in corso.

Due tecnici dipendenti di una ditta della provincia di Bergamo sono morti all’istituto clinico Humanitas a Pieve Emanuele in un deposito di azoto liquido durante il rifornimento dell’impianto della società specializzata nella fornitura di gas per attività di ricerca, la Sol di Monza. È successo nella tarda mattinata di martedì 28 settembre, inutile l’intervento dei vigili del fuoco: i due lavoratori, di 42 e 46 anni residenti nel Bresciano, sarebbero deceduti a causa di ustioni da congelamento. Le cause e la dinamica sono in via di accertamento.

Cordoglio è stato espresso da Gruppo Sol di Monza, l’azienda specializzata che ha in gestione l’impianto dell’ospedale e che lavorava con un’azienda esterna di trasporti.

“Sol è profondamente colpita e addolorata per il tragico incidente che è costato la vita a due dipendenti della ditta Autotrasporti Pé di Costa Volpino, in provincia di Bergamo, che aveva l’incarico di effettuare le operazioni di trasporto e rifornimento di azoto liquido nel serbatoio presso l’Istituto Humanitas di Rozzano - si legge in una nota ufficiale - Sol è vicina alle famiglie delle due vittime e collabora con le autorità nelle indagini mirate a chiarire la dinamica e le cause di questo tragico incidente. La ditta Autotrasporti Pé, specializzata in trasporti criogenici, dotata di certificazioni specifiche, collabora con Sol da diversi anni. Al momento ogni ipotesi circa le possibili cause del tragico incidente appare prematura, in attesa delle verifiche tecniche e delle indagini in corso, per le quali Sol rimane a completa disposizione delle autorità”.

“Humanitas esprime profondo cordoglio e vicinanza alle famiglie delle due vittime del grave incidente di stamani. L’incidente è avvenuto durante il rifornimento dell’impianto della società specializzata nella fornitura di gas azoto per attività di ricerca - ha spiegato l’ospedale - Humanitas si è messa immediatamente a disposizione delle autorità per contribuire a chiarire la dinamica di quanto accaduto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA